Scritto da 9:41 pm Pontedera, Attualità

Emergenza Keu: Il Movimento Consumatori Toscana si costituisce parte civile e chiede chiarimenti anche su Pontedera

PONTEDERA – Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa a firma del Movimento Consumatori Toscana.

Dopo aver manifestato interesse, abbiamo deciso di costituirci parte civile nel processo per l’inchiesta sullo smaltimento illecito del Keu. Questo elemento, apparentemente estraneo alle nostre vite quotidiane, potrebbe invece trovarsi ovunque, persino nelle nostre abitazioni. Oltre alla vicenda giuridica, che seguiremo con i nostri legali, è importante sottolineare che la Regione Toscana ha stanziato ben 15 milioni di euro per le bonifiche, resi disponibili al Commissario Vadalà. Ma siamo davvero sicuri che il Keu si trovi solamente nei distretti oggetto di bonifica? Chi ci assicura che questo prodotto non abbia raggiunto anche le case dei cittadini? Speriamo che il Commissario abbia effettuato una mappatura accurata dei siti in cui è presente il Keu, altrimenti sarebbe una grave negligenza” – commenta il Movimento Consumatori Toscana.

Chiederemo conto, tra le altre cose, delle somme impiegate direttamente dal Commissario Vadalà, affinché ci spieghi nei minimi dettagli come ha agito dalla sua nomina per risolvere questa ferita inflitta dalle mafie al nostro territorio. Il fatto che il Keu possa aver raggiunto altri luoghi, oltre a quelli soggetti a bonifica, è dimostrato dai recenti ritrovamenti lungo alcune strade provinciali e regionali, inclusa la situazione al Green Park di Pontedera. Situazioni del genere devono essere affrontate con decisione e rapidità, sia per la tutela dell’ambiente che per la salute delle persone. Non possiamo accettare compromessi che mettono a rischio la vita dei cittadini. Le parole devono essere seguite da azioni concrete, e presto vedremo se ciò che è stato fatto è sufficiente per affrontare questa grave problematica” – conclude il Movimento Consumatori Toscana.

Last modified: Aprile 10, 2024
Close