Scritto da 3:34 pm Cascina, Eventi/Spettacolo

Elio e Le Storie Tese in Tour a “La Città del Teatro di Cascina”

CASCINA – Tornano nei teatri per un tour tutto nuovo Elio e le Storie Tese dal titolo ‘Mi resta un solo dente e cerco di riavvitarlo’ il nuovo spettacolo teatrale del gruppo lombardo, “una radiografia folle e ragionata della nostrana Terra dei Cachi 2023”. Sfiniti dal dover rispondere quotidianamente ad almeno 20 persone a testa che chiedono «Quando tornate insieme?» e «Ma non vi eravate sciolti?» (per non parlare del tasso), Elio e le Storie Tese risolvono il problema tornando nei teatri da ottobre, diretti dal famoso regista Giorgio Gallione.

Queste le date del tour toscano, prodotto da Hukapan e Imarts: 25 novembre a Cascina (Pisa) – Città del Teatro 2 dicembre a Firenze – Tuscany Hall I biglietti saranno disponibili nei prossimi giorni su Ticketone e nei punti vendita abituali.

“Mi resta un solo dente e cerco di riavvitarlo è un picaresco viaggio musicale nel repertorio vecchio… (e anche no…!) di Elio e le Storie Tese. Una radiografia folle e ragionata della nostrana Terra dei Cachi 2023 dove gergo, ironia, incursioni surreali e filosofia assurdista disegnano un bel paese italiota grottesco e contemporaneo, popolato di bellimbusti modaioli e adrenalinici o di improbabili ammaestratori di cozze, di onorevoli poco onorati o di coltivatori biologico/transgenici, di bizzarri animali da bestiario fantastico o da hippies ormai imbolsiti e fuori tempo massimo. Canzoni, monologhi, scherzi musicali, performance strumentali virtuosistiche e sciagurate, come è nello stile mitico e identitario del gruppo. Grande capacità musicale e talento compositivo al servizio di un racconto deflagrato e sempre sorprendente, dove metodo e follia, genio e sregolatezza incrociano continuamente strade e ispirazioni. Un concerto teatrale senza un attimo di tregua, dove lo sguardo dissacrante e giocoso di Elio e le Storie Tese genera comicità e paradosso. Uno sberleffo ironico e autoironico, dove il Riso o il Comico non sono mai digestivi, ma piuttosto sovversione del senso comune, strumenti del pensiero divergente, ludica e ragionata aggressione alla noia. Uno sguardo beffardo e esilarante che attraverso la musica e le canzoni crea divertimento, spiazzamento e stupore… perché, dice il poeta, senza lo stupore c’è soltanto l’ovvio”, afferma il regista Giorgio Gallione.

Per informazioni www.internationalmusic.it

Last modified: Giugno 5, 2023
Close