Scritto da 7:04 pm Pisa, Attualità

Oltre cinquemila studenti manifestano pacificamente a Pisa

Nessun disordine nel lungo corteo partito da Corso Italia e conclusosi in Piazza Cavalieri. Gli studenti: “Non siamo ragazzini, siamo guerrieri. Cosa è successo venerdì non è stato frutto del caso”

PISA – Sono state oltre cinquemila le persone che hanno manifestato in corteo per le strade del centro di Pisa per esprimere solidarietà alla Palestina e per protestare contro gli scontri avvenuti venerdì 23 febbraio tra manifestanti e forze dell’ordine.

di Antonio Tognoli

Il corteo è stato aperto intorno alle ore 15 ed in ritardo di circa un’ora per il violento acquazzone, che ha colpito la città della Torre Pendente, da un gruppo di circa quindici ragazzi minorenni portanti gli striscioni “Pisa non ha paura” e “Pisa in piazza contro le bombe e le manganellate”, quest’ultimo promosso dal coordinamento degli studenti medi pisani. La manifestazione si è svolta in modo pacifico, con molte bandiere della pace e della Palestina sventolate durante il percorso senza nessuno scontro.

Il corteo ha attraversato la centralissima Corso Italia ed il centro cittadino, partendo da piazza Vittorio Emanuele, fino a concludersi in piazza dei Cavalieri. Il corteo ha visto un breve stop davanti alla Prefettura e alla Questura. Il tutto non ha causato alcun disordine. Tra i partecipanti si sono visti esponenti politici locali della sinistra e del Partito Democratico, collettivi universitari, insegnanti delle scuole superiori e rappresentanti sindacali. Durante la marcia, sono stati intonati slogan contro Israele, definito come uno ‘Stato fascista e terrorista’.

Last modified: Marzo 2, 2024
Close