Scritto da 5:45 pm Pisa, Attualità

Disabilità, tutti i progetti per abbattere le barriere architettoniche

PISA – Un tema di fondamentale importanza e scottante attualità quale quello della Disabilità nel suo complesso, con particolare riferimento all’abbattimento delle barriere architettoniche, è stato al centro di una Conferenza Stampa svoltasi giovedì 26 gennaio presso Palazzo Gambacorti alla presenza del Sindaco Michele Conti, dell’Assessore alla Disabilità Sandra Munno e dell’Assessore ai Lavori Pubblici Raffaele Latrofa

di Giovanni Manenti

Si è trattato di un’occasione per fare il punto sulle attività promosse dall’attuale Giunta Comunale, sui progetti realizzati e quelli in corso e programmati nell’ambito delle Politiche per ridurre gli impatti derivanti da una condizione di disabilità, problematica alla quale l’Amministrazione ha posto la propria attenzione sin dal suo immediato insediamento grazie alla costituzione di un apposito Assessorato non previsto in precedenza, cui si è recentemente aggiunta la figura del Garante per la Disabilità nella persona del Prof. Alessandro Di Ciolo che sta svolgendo il suo ruolo, peraltro a titolo completamente gratuito, con assoluta diligenza.

Una situazione che il Sindaco Michele Conti ha commentato non mancando di sottolineare come: “il tema della disabilità è stato al centro del nostro mandato sin dai primi momenti come dimostra l’avvenuta creazione di un apposito Assessorato, il quale ha consentito di poter mettere in moto una sinergia con l’Assessoarto ai Lavori Pubblici per quanto attiene all’abbattimento delle barriere architettoniche, impegno non facile considerando come Pisa sia una città medievale e conseguentemente con una serie di limiti e situazioni che progressivamente sono andate risolvendosi, evidenziandosi fra gli altri l’avvenuta accessibilità al “Museo delle Antiche Navi”, lo Scalo Guadalongo ed il nuovo Ponte ciclopedonale di Riglione-Cisanello, oltre ad aver posto la dovuta attenzione anche sugli attraversamenti pedonali, lavori per i quali ringrazio anche l’Avv: Andrea Bottone, Presidente della partecipata PISAMO Srl“.

Di pari passo con gli aspetti architettonici“, conclude il Primo Cittadino, “pari attenzione è stata rivolta alle politiche di inclusione per quanto attiene al “dopo di noi”, unitamente ai progetti educativi verso i bambini affetti da disabilità, per poi promuovere un’importante figura di collegamento nella nomina del Garante dei disabili, la cui preparazione e disponibilità ci consente di definire in tempi brevi problematiche di facile risoluzione in un clima di stretta collaborazione, ragion per cui sono pienamente convinto che la strada imboccata sia quella giusta per far sì che Pisa possa divenire una città sempre più accessibile, come dimostrano i cantieri attualmente in corso per la riqualificazione degli spazi urbani, considerato che tutto quanto è oggetto di nuova costruzione viene realizzato nel rispetto delle normative previste in fatto di disabilità“.

Direttamente interessata, l’Assessore Sandra Munno con delega alla disabilità ha tenuto a precisare come: “l’aspetto principale legato alla disabilità sta nel fatto che le barriere, prima ancora che architettoniche sono di natura culturale, in quanto dalla mia nomina ho potuto verificare come Pisa fosse una città costruita e governata con una mentalità che vedeva il disabile come una realtà che doveva essere vissuta all’interno della famiglia o, peggio ancora, in apposite Strutture per i casi più gravi, così che ci troviamo in primis a dover abbattere questo tipo di modello culturale che non prevedeva strade accessibili o servizi accessibili a tutti, mentre viceversa il soggetto disabile non è altro che un cittadino con pari diritti degli altri, da cui la necessità di modificare la città a dimensione di coloro che soffrono di tale particolare situazione“.

In tale ottica“, conclude l’Assessore, “particolare rilevanza ha avuto la nomina da parte del Sindaco Conti del Garante dei disabili nella persona del Prof. Alessandro Di Ciolo, che rappresenta una sorta di sentinella attiva sul territorio in quanto è costantemente in contatto con quella che è la realtà quotidiana e relaziona l’Amministrazione Comunale segnalandoci le varie situazioni che richiedono un intervento, un’attività particolarmente importante poiché molto spesso questo tipo di segnalazioni non sarebbero altrimenti intercettate visto che m diversi casi riguardano problematiche relative all’ambito familiare di cui solo un soggetto terzo può venire a conoscenza“.

Nello specifico, viceversa, delle attività prettamente architettoniche, a fare il punto della situazione provvede l’Assessore ai Lavori Pubblici Raffaele Latrofa, il quale evidenzia come: “in questi anni di nostro mandato abbiamo lavorato intensamente sul versante dell’abbattimento delle barriere architettoniche, delle quali ve ne sono di più specie, ovvero alcune chiaramente visibili come quella presente presso il “Museo delle Antiche Navi” con un mattone che impediva a chiunque fosse su di una carrozzina il relativo accesso, circostanza oggi rimossa, e poi vi sono le più nascoste e meno comprensibili ad un primo impatto, quali un marciapiede inesistente sul lato Parco Europa a Cisanello, di fronte alla ESSELUNGA che oggi è stato costruito a norma e consente a molte persone di raggiungere l’Azienda Ospedaliera“.

In questo contesto“, conclude l’Assessore, “abbiamo avuto modo di quantificare in 35mila metri quadrati i marciapiedi che sono stati realizzati o ristrutturati secondo le normative per i disabili, oltre alla riqualificazione delle Piazze a Marina di Pisa seguendo il medesimo criterio, nonché gli interventi presso le Scuole Comunali con la realizzazione di montascale, ascensori ed anche posti auto riservati a soggetti disabili, senza dimenticare l’attenzione rivolta verso i grandi parchi, ad iniziare dal Parco Europa che presto sarà inaugurato ed al quale seguirà analogo evento per il Parco di via Nino Bixio, ovvero tante opere che sommate ad altre iniziano a rendere Pisa veramente più accessibile ed a cui si aggiunge anche un’innovazione tecnologica appena realizzata presso la Stazione che consente ai non vedenti tramite il bastone in loro dotazione di ricevere informazioni tattili e vocali attraverso il loro cellulare, con la prospettive di ulteriore installazione anche in altri punti strategici della città“.

Last modified: Gennaio 27, 2023
Close