Scritto da 9:30 am Pisa, Attualità, Tutti

Antenne nel quartiere di Santa Maria: residenti preoccupati

PISA – Ancora antenne per la telefonia mobile nel quartiere di Santa Maria. Negli ultimi giorni sono stati eseguiti lavori in Via S. Maria, in zona pedonale, che hanno potenziato le antenne SRB collocate presso due hotel posti uno davanti all’altro. Si tratta di stazioni radio base ossia di dispositivi ed impianti la cui funzione è di ricevere e ritrasmettere i segnali di telefoni cellulari.

Tali interventi sono stati eseguiti senza alcun preavviso ed hanno recato gravi disagi ai residenti e ai commercianti, vista la presenza di mezzi pesanti che operavano e che hanno addirittura, in un caso, impedito il passaggio di un’ambulanza. Queste nuove installazioni hanno creato allarme nella popolazione locale per il rischio di un inquinamento elettromagnetico nocivo per la salute, se superano determinati limiti. Inoltre  queste infrastrutture sono di forte impatto ambientale nello scenario locale, e non possono essere mimetizzate.

In precedenza, era già stata trasmessa dal Comitato dei residenti di S. Maria una diffida al Comune di Pisa, con cui venivano richiesti chiarimenti in merito alla presenza di antenne SRB collocate su tre strutture alberghiere poste a poche centinaia di metri nel quartiere. Il Comune di Pisa aveva sollecitato Arpat ad effettuare le rilevazioni delle onde elettromagnetiche presse alcune abitazioni dei residenti, resisi disponibili.

Tra maggio e luglio scorsi venivano eseguite le misurazioni, che hanno certificato un’esposizione al di sotto del limite previsto dalla legge presso le suddette abitazioni. Tuttavia al quinto piano di un hotel posto in via S. Maria – dove è situato una SRB – veniva misurato un valore prossimo al limite previsto dalla legge. Per questo motivo Arpat informava il Comitato di dover effettuare un approfondimento con centraline fisse e che avrebbe poi comunicato i risultati di tali rilevazioni. Ad oggi nessun dato è stato portato a conoscenza della cittadinanza residente, ma sono intervenuti nuovi lavori di installazioni.

Il Comitato ha quindi immediatamente inviato una nuova comunicazione ad Arpat e al Comune chiedendo di far conoscere i risultati delle rilevazioni continuative giornaliere effettuate al 5° piano dell’hotel posto in Via S. Maria rispetto alla SRB ivi presente. Si chiede anche di precisare i tipi di interventi effettuati negli ultimi giorni alle SRB poste sui due hotel frontistanti situati in Via S.Maria ed, in particolare, se questi riguardino il potenziamento delle stesse con la tecnologia c.d. “5G”. Occorre poi effettuare nuove misurazioni, anche presso le abitazioni dei residenti, alla luce dei recenti interventi che paiono potenziare dette strutture. Resta ancora da precisare il titolo abilitativo e la tipologia della SRB tutt’ora presente presso un altro hotel posto in Via Roma, di cui nessuna notizia è mai stata fornita. Viene richiesto, infine, al Comune di Pisa di chiarire a quale punto sia l’iter di approvazione del c.d. “Regolamento Antenne” che l’Amministrazione si è impegnata pubblicamente ad approvare in occasione del noto spostamento di una SRB presente nel quartiere del Cep e che dovrebbe escludere le installazioni vicino alle abitazioni. Il Comitato ricorda che la prima diffida fu inviata anche alla Soprintendenza per comprendere se tali strutture siano idonee anche dal punto di vista paesaggistico ed architettonico, giacché impattano sull’asse visivo di chiunque da Via S. Maria si rechi in direzione di Piazza del Duomo, tutelata dall’Unesco come patrimonio dell’umanità.

Last modified: Marzo 14, 2023
Close