Scritto da 1:29 pm Pisa SC, Tutti

Pisa – Cittadella 1-2. I nerazzurri cadono nella prima gara del 2023. Morutan non basta

PISA – Non inizia nel migliore dei modi il 2023 del Pisa sconfitto (2-1) a domicilio dal Cittadella. Una gara nata male con il doppio vantaggio Veneto per le reti di Mastrantonio e Crociata che il Pisa non è riuscito a rimontare nella ripresa dopo la rete di Morutan che al quarto d’ora aveva fatto ben sperare.

di Antonio Tognoli

PRE GARA. Unica novità rispetto alla vigilia lo schieramento di Masucci in attacco assieme a Gliozzi con Morutan poco più indietro. Davanti a Livieri ci sono Hermannsson e Barba con Esteves e Beruatto esterni di difesa. A centrocampo Ionita viene preferito a Tourè cion Marin e Nagy prescelti sulla linea mediana. Il Cittadella risponde con un 4-3-1-2. Gorini schiera in attacco gli ex Varela e Asencio, fischiatissimo fin dal riscaldamento ed uno dei nuovi acquisti Crociata. Prima del calcio d’inizio osservato un minuto di silenzio per ricordare Gianluca Vialli.

IL PRIMO TEMPO. Pisa in maglia nerazzurra, Cittadella in completo giallo. Il Pisa parte come al solito molto forte. Proprio nei primissimi minuti la squadra di mister D’Angelo chiede subito un calcio di rigore per un atterramento di Beruatto, che l’arbitro non concede. Ma a passare in vantaggio è sorprendentemente il Cittadella: cross da destra di Antonucci torre di Asencio per Mastrantonio che dal limite aggancia il pallone e di sinistro scaraventa alla sfera alla sinistra di Livieri. Pisa subito sotto di un gol. La squadra veneta seguita da circa settanta tifosi prende coraggio e chiede pochi minuti dopo anche un rigore per un presunto fallo di mano in area del Pisa e conquista un calcio d’angolo. Il Pisa subisce il contraccolpo psicologico del gol subito a freddo. Sul taccuino di Gualtieri finisce Salvi per un brutto fallo su Gliozzi. Beruatto prova dalla sinistra ma i suoi traversoni sono respinti dalla retroguardia veneta. Ci prova anche Marius Marin dal limite ma il suo destro termina altissimo. Il Pisa insiste nelle sue offensive. Al 22’ Morutan prova una delle sue giocate, ma il suo sinistro è bloccato in due tempi da Kastrati. Poco dopo Livieri è costretto alla deviazione in corner sul destro dal limite di Crociata. Nessuno sviluppo sul corner successivo. Gara difficile per i nerazzurri che si è subito messa in salita. La squadra di mister Luca D’Angelo ci prova con in azione corale: Morutan sventaglia per Beruatto che da sinistra fa partire un cross per Ionita che fa da sponda per per Morutan ma il suo sinistro viene smorzato e termina tra le braccia di Kastrati. Poco dopo bella azione di Masucci che serve Morutan il romeno salta un avversario e crossa per Gliozzi, ma il suo destro è ancora deviato in angolo. Pisa in forcing, Cittadella in difficoltà. Dalla bandierina mezza papera di Kastrati che smanaccia verso la propria porta ma i veneti riescono a salvare in qualche modo. Sul ribaltamento di fronte punizione per i veneti. Mastrantonio tocca per Crociata il quale fa partire il destro che supera Livieri: 2-0. Arena gelata. Dopo un minuto di recupero si va al riposo sul doppio vantaggio degli uomini di Gorini.

IL SECONDO TEMPO. Si riparte con i medesimi schieramenti della prima frazione. Asencio non aggancia un pallone facile di Varela. Fischi per lui. Poco dopo è Livieri a tenerci a galla deviando un sinistro al volo dì Varela dopo un elegante stop con il petto. Il Pisa prova ad imbastire una trama offensiva. Tutto bene fino ai sedici metri poi la squadra fatica a trovare la via della porta come al decimo quando Ionita di testa sfiora il palo con deviazione. Sugli sviluppi del corner batti e ribatti in area ci prova prima Barba e poi Gliozzi in mezza rovesciata palla ancora fuori. Primo cambio del match: dentro Sibilli per Ionita al decimo. All’alba del quarto d’ora ancora un occasione per il Pisa con Morutan che con un colpo di tacco serve Gliozzi il cui destro è debole e preda di Kastrati. Al 60’ il Pisa accorcia le distanze Morutan serve Esteves che lascia partite un cross rasoterra per Morutan il quale sotto misura non perdona Kastrati: 1-2. Gara riaperta e Arena che esulta. Nel Cittadella fuori Varela (applaudito dai suoi ex tifosi) e dentro Maiestrello. Veneti che si riaffacciano in avanti ma il Pisa ci prova ancora con un diagonale di Beruatto ma Kastrati non si fa ingannare dalla traiettoria del tiro con Masucci e Gliozzi pronti a ribadire in gol. Nel Pisa dentro Toure e Mastinu e fuori Marin e Nagy. Nel Cittadella fuori Asencio fischiatissimo e Mastrantonio e dentro Embalo e Donnarumma. Ultimo quarto d’ora di gioco a tutta velocità. Il Cittadella regge l’urto nerazzurro dopo la rete di Morutan. D’Angelo si gioca anche la carta Matteo Tramoni per uno stanco Masucci. Dentro anche Canestrelli per Hermannsson. Ultimi minuti di gara. Sinistro di Beruatto deviazione in angolo di Kastrati. Sugli sviluppi del corner ci prova ancora Morutan dal limite Kastrati devia in angolo. Giallo a Kastrati per perdita di tempo. il Pisa ci prova dalle fasce il cross dì Toure è sventato dalla difesa ospite. Dalla parte opposta ci provano Sibilli e Beruatto palla in corner. Al 90’ l’arbitro concede un penalty al Pisa poi chiamato al Var torna sulla sua decisione e non assegna il rigore al Pisa. Incredibile. Sono cinque i minuti di recupero. Morutan ha l’occasione del pareggio al 95’ servito da Sibilli si fa respingere il tiro da Kastrati sul proseguo dell’azione ancora Morutan imbocca Mastinu che però non inquadra la porta. Finisce 2-1 per il Cittadella.

PISA – CITTADELLA 1-2

PISA (4-3-2-1): Livieri; Esteves, Hermannsson (78’ Canestrelli) Barba, Beruatto; Ionita (55’ Sibilli) Nagy (69’ Mastinu) Marin (69’ Toure), Morutan, Masucci (78’ Tramoni); Gliozzi. A disp. Nicolas, Jureskin, De Vitis, Calabresi, Rus, Tramoni L., Cissè. All. Luca D’Angelo.

CITTADELLA (4-3-1-2): Kastrati; Salvi, Perticone, Frare, Cassandro; Mastrantonio (69’ Embalo), Crociata, Branca; Antonucci (83’ Pavan), Varela (63’ Maistrello) Asencio (69’ Donnarumma) A disp. Maniero, Felicioli, Del Fabro, Mattioli, Carriero. All.: Edoardo Gorini.

ARBITRO: Matteo Gualtieri di Asti (Ass. Lo Cicero – Lombardi). Quarto uomo: Castellone. VAR: Abbatista. AVAR: Muto

RETI: 4’ Mastrantonio (C), 43’ Crociata (C), 60’ Morutan (P)

NOTE: giornata di sole, terreno in perfette condizioni. Ammoniti Salvi (C), Barba (P), Mastinu (P), Kastrati (C). Angoli 10-3. Rec pt 1’, st 5’. Spettatori 7.739

Last modified: Gennaio 15, 2023
Close
RSS