Scritto da 7:51 am Pisa, Attualità, Tutti

Intitolata al Prof. Giulio Soldani la rotatoria tra viale D’Annunzio e Via Deodato

PISA – Si è svolta domenica 22 gennaio a San Piero a Grado, la cerimonia di intitolazione della rotatoria tra Viale D’Annunzio e Via Deodato Orlandi al docente universitario prof. Giulio Soldani (1943-2011). Sono intervenuti il sindaco di Pisa, Michele Conti, il sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio, on. Alfredo Mantovano, il prorettore ai rapporti con il territorio dell’Università di Pisa, prof. Marco Macchia, Corrado Galluzzi dell’Associazione Gruppo “Il Ponte” e, per la famiglia, Federico Soldani.

«Abbiamo deciso di intitolare questo spazio pubblico al professor Giulio Soldani non solo per il lustro che la sua attività di docente universitario ha dato all’Ateneo di Pisa e quindi alla nostra città – ha dichiarato il sindaco di Pisa, Michele Conti – ma anche per riconoscerne la figura di uomo impegnato nel sociale, in particolare nella lotta contro la droga e le tossicodipendenze. Grazie alla sua collaborazione con l’Associazione “Gruppo Il Ponte” e con il suo presidente Corrado Galluzzi ha portato nelle scuole la testimonianza di ex tossico dipendenti e una informazione scientifica di alto profilo. Ringrazio il sottosegretatrio di Stato alla Presidenza del Consiglio, on. Alfredo Mantovano, che con la sua presenza qui oggi testimonia l’importanza della figura di Soldani e la necessità di ristabilire i legami della città con i suoi abitanti che maggiormente si sono distinti portando in alto il nome di Pisa in Italia e nel mondo».

Giulio Soldani. Docente universitario che ha dato lustro all’Università di Pisa, dove si laurea con lode in Medicina e Chirurgia nel 1968. Specialista in Anestesiologia e Rianimazione presso l’ateneo pisano e in Tossicologia Medica presso quello di Pavia, intraprende la carriera universitaria, diventando nel 1990 ordinario di Farmacologia e Tossicologia Veterinaria nell’università della sua città natale dove aveva frequentato il liceo classico Galileo Galilei.

Ha svolto per circa quarant’anni un’intensa attività di ricerca e d’insegnamento a livello internazionale. Vincitore di fondi di ricerca della Comunità Europea e della NATO, ha collaborato con università e centri di eccellenza in Europa, Nord America e Africa. Componente di numerose società scientifiche, fra cui l’American Society for Pharmacology and Experimental Therapeutics, la Società Italiana di Farmacologia, di cui è stato membro del consiglio direttivo dal 1995 al 1999, e la Società Italiana di Tossicologia, della cui sezione di Tossicologia Veterinaria era responsabile; era anche componente del Board of Scientific Reviewers di alcune riviste scientifiche internazionali. 

Membro esperto della Sezione Quinta del Consiglio Superiore di Sanità dal 1986 al 1992, è autore di oltre duecento pubblicazioni su riviste scientifiche nazionali e internazionali e di testi universitari di farmacologia e tossicologia. Nel 2002 è stato insignito dell’Ordine del Cherubino, la massima onorificenza attribuita dall’Università di Pisa ai professori che hanno contribuito ad accrescere il prestigio dell’ateneo per particolari meriti scientifici. Per il Comune di Siena ha anche redatto il protocollo dei farmaci per la tutela della salute degli animali, il primo regolamento del genere nella storia secolare del Palio della città toscana, collaborazione iniziata nel 1999 e portata avanti fino al 2011. 

La sua esperienza in farmacologia e tossicologia lo fa diventare punto di riferimento a Pisa nella lotta contro la droga e le tossicodipendenze affiancandosi all’Associazione Gruppo “Il Ponte”, fondata da Corrado Galluzzi e nella quale diventa referente scientifico. Grazie alla loro inventiva organizzano incontri nelle scuole con un format originale e di grande successo: la parte scientifica informativa, preparata e presentata dal prof. Soldani, viene affiancata dalla testimonianza, toccante e coinvolgente, di un ex tossicodipendente uscito dalla Comunità di San Patrignano con la quale il Gruppo “Il Ponte” collabora. 

Il 18 gennaio 2005 fu ascoltato come esperto dalla12a Commissione Permanente Igiene e Sanità del Senato in merito alle tematiche attinenti a disegni di legge in materia di tossicodipendenze. 

Non è mancato anche l’impegno politico e culturale che è sfociato nell’incontro con Alleanza Cattolica, nell’autunno del 1969. Socio fondatore, è fra i promotori a Pisa di una “croce”, cioè un’unità formativa e operativa, dedicata a Sant’Enrico Imperatore, che dà inizio all’attività dell’associazione in Toscana e in altre regioni del Mezzogiorno d’Italia, grazie alla presenza di numerosi soci studenti fuori sede. Per vari anni è responsabile regionale, mettendo generosamente a disposizione della buona battaglia le sue doti umane e professionali. Lasciato l’incarico per motivi di salute, ha continuato fino all’ultimo a collaborare con le attività associative. 

Giulio Soldani muore il 25 giugno 2011, nella sua amata casa di Palaia, in provincia di Pisa. Era nato il 22 marzo 1943 a Pisa, dov’è vissuto con la moglie Maria Letizia Sicari – sposata nel 1968 – e i figli Emanuela, Federico, Maria Elisa e Maria Teresa

Last modified: Gennaio 23, 2023
Close