Scritto da 9:58 am Pisa SC

Alberto Aquilani: “Contro la Cremonese sarà una gara difficile. Torregrossa out per un problema muscolare”


PISA – Alla vigilia della sfida contro la Cremonese mister Alberto Aquilani ha parlato davanti a microfoni e taccuini dalla sala stampa dell’Arena Garibaldi.

di Giovanni Manenti

TORREGROSSA OUT. “Contro la Cremonese devo rinunciare a Torregrossa che si è fermato per un problema muscolare ed al quale faccio un grosso in bocca al lupo per come ci tiene a giocare, ma purtroppo in questo momento il fisico non lo sostiene”.

SULLA GARA CONTRO LA CREMONESE. “Non c’è una partita che più delle altre può riportare entusiasmo tra i tifosi, dobbiamo solo migliorare per riconquistare l’affetto della gente e per farlo devo anche fare un’autocritica per capire dove insieme al mio staff, possiamo fare meglio per trasmettere il mio credo calcistico alla squadra sia dal punto di vista collettivo che individuale, specie per quanto concerne la fase difensiva dove paghiamo a caro prezzo ogni errore”.

SULLA CREMONESE. “Per la gara di sappiamo che affrontiamo una delle favorite del Campionato e che viene da quattro vittorie consecutive. Sono contento del rientro di Marin che è un giocatore determinante per la nostra squadra e che ha ancora margini di miglioramento, soprattutto nel disciplinarsi sotto l’aspetto agonistico, così come è pienamente a disposizione Mlakar, che era rientrato dalla Nazionale con un leggero problemino, mentre sono convinto che anche Gliozzi e Masucci avranno modo di fornire il loro contributo alla causa, avendo il rammarico di aver impiegato Masucci troppo poco nonostante fossi stato più volte tentato di inserirlo”.

SU VALOTI. “Il fatto che Valoti abbia avuto meno occasioni di mettersi in luce contro il Brescia, rispetto alle gare contro il Como ed il Sudtirol, non credo che dipenda dalla presenza contemporanea di Moreo e Torregrossa, ma trattasi a mio avviso solo di una casualità, ritenendo, che anche sabato sia stata inizialmente una gara che sembrava facile e dovevamo essere più bravi a gestire determinati momenti, dove anch’io devo essere in grado di far capire alla squadra come comportarsi in certi frangenti”.

LA PARTE TATTICA CONTRO IL BRESCIA. “Con il Brescia le due mezzali hanno fatto peggio soprattutto sotto l’aspetto difensivo dal punto di vista dell’attenzione, in particolare Piccinini, mentre il fatto che in alcuni frangenti Beruatto si sia trovato davanti a Moreo non è dipeso da una questione tattica. I cambi ci hanno dato tantissimo visto che non eravamo entrati bene in campo ad inizio ripresa, considerando che per un allenatore la scelta ed il tempismo dei cambi è una delle cose più difficili da fare”.

Last modified: Dicembre 1, 2023
Close