Scritto da 8:10 pm Cascina, Cultura

“Tutti in casa”: sabato a Cascina l’evento centrale del percorso partecipativo

PISA – Il progetto C.A.S.C.I.N.A. (Comunità d’Area e Servizi di Cooperazione Intercomunale per un Nuovo Abitare) entra nel vivo con l’incontro formativo e informativo in programma sabato alle 9.30 alla Biblioteca comunale.

Una mattinata con esperti dell’abitare sociale come tappa centrale del percorso partecipativo cofinanziato dal Comune di Cascina e dall’Autorità regionale per la partecipazione. “Il progetto ha trovato finanziamenti per circa 15 milioni di euro attraverso il bando Pinqua – ha rimarcato il sindaco Michelangelo Betti –, per una serie di interventi sul patrimonio immobiliare pubblico finalizzati all’emergenza abitativa e ai servizi alla cittadinanza. Una buona parte sarà orientata sul primo aspetto, per trovare spazi a chi ha bisogno di alloggi temporanei per riorganizzarsi: una funzione che il Comune spesso svolge attraverso l’albergazione, con una spesa a carico dell’ente. Soldi che invece, con questa soluzione, resteranno nelle disponibilità del Comune di Cascina e degli altri enti partecipanti (Vicopisano, San Giuliano Terme, Calcinaia, Crespina-Lorenzana e Lari-Casciana Terme)”.

A predisporre il percorso di partecipazione sul progetto C.A.S.C.I.N.A. è stata la cooperativa impresa sociale Sociolab. “C’è la necessità di informare i cittadini e di coinvolgerli nella progettazione di secondo livello di questo progetto – ha aggiunto Cristian Pardossi di Sociolab –. Questi interventi non riguardano solo l’emergenza abitativa, ma anche spazi pubblici, servizi per l’abitare e per la comunità. A beneficiarne sarà infatti tutta la comunità cascinese e non solo chi andrà ad abitare in quegli appartamenti. Questo intervento andrà a ricucire un po’ il territorio, che appare molto frazionato”. Necessario, dunque, coinvolgere anche i cittadini nella rigenerazione urbana di Cascina, con i lavori che si svilupperanno intorno all’asse della Tosco Romagnola. “Durante la pandemia – ha aggiunto Pardossi – ci siamo resi conto che l’abitare non significa solo avere una casa, ma un progetto edilizio di qualità, con servizi all’abitare e di prossimità che aumentino la qualità della vita. Quello che proviamo a fare con il percorso di partecipazione serve proprio per non calare dall’alto i progetti e ricevere input dagli abitanti stessi, per migliorare la tipologia degli interventi. Ci sono spazi non abitativi coperti destinati a servizi e alcuni suggerimenti possono arrivare direttamente da chi abita in zona, per ricostruire una dimensione comunitaria in cui i cittadini diventano protagonisti attivi”.

Il percorso partecipativo è iniziato lo scorso autunno con focus group, passando poi per incontri con i cittadini durante i mercati di Cascina e Navacchio. Sabato, alle 9.30nella Biblioteca comunale Peppino Impastato, si terrà dunque l’evento centrale “Tutti in casa. Territori e comunità nella sfida per un nuovo abitare”, un momento per informare e ispirare, con la presenza di tre esperti in materia urbanistica e di tutto ciò che ruota intorno al Pinqua. Interverranno Gabriele Danesi, Silvia Viviani e Lucia Manassi, mentre per l’amministrazione comunale ci saranno il sindaco Michelangelo Betti con le assessore Irene Masoni (urbanistica) e Giulia Guainai (sociale) per illustrare il progetto C.A.S.C.I.N.A. Seguiranno altri momenti formativi e informativi, come gli interventi di urbanismo tattico.

Last modified: Febbraio 10, 2023
Close