Scritto da 4:14 pm Pisa, Cultura

La 67esima edizione del Premio Letterario Pisa

PISA – Si svolgerà sabato 18 novembre alle ore 17 presso la Sala delle Baleari di Palazzo Gambacorti, con la conduzione dell’evento affidata al giornalista Tommaso Strambi, la cerimonia di consegna dei riconoscimenti del “Premio Nazionale Letterario Pisa”, giunto alla sua 67.ma edizione e divenuto oramai un appuntamento tradizionale nel panorama culturale cittadino.

di Giovanni Manenti

Il programma è stato dettagliatamente illustrato presso la Sala Regia di Palazzo Gambacorti, alla presenza dell’Assessore alla Cultura del Comune di Pisa Filippi Bedini, nonché del Presidente del Circolo Letterario “La Soffitta” ed altresì Presidente del Comitato Promotore del Premio Giancarlo Ceccarini e di suo figlio Alessandro.

Come di consueto, il Premio si articola in tre distinte sezioni, vale a dire Narrativa, Poesia e Saggistica e, per l’edizione 2023, ad essere stati proclamati vincitori, nelle rispettive Categorie sono: Marco Rossari – “L’ombra del vulcano” (Einaudi); Simona Mancini – “Si madre nuda” (Pequod) e Leonardo Arrighi – “Gabriele Monasterio” (ETS), con una segnalazione speciale per Carla Ammannati – “Sotto l’erba allunghiamo le dita” (Manni editore) per la sezione narrativa.

In analogia con quanto avvenuto in passato, il Comitato Promotore del Premio si riserva un premio speciale relativo alla sezione “Radici del Territorio” per il quale è risultata quest’anno vincitrice la Fondazione Cerratelli, meritando altresì due specifiche segnalazioni anche Fulvio Venturi – “Pietro Mascagni, un livornese” (DreamBook edizioni) e Gianluca Toniolo – “Radio abbraccio” (Felici editore), così come non mancheranno le altrettanto consuete assegnazioni del “Premio alla carriera“, al Prof. Valdo Spini, del “Premio Speciale 2023” al giovane baritono pisano Alessandro Luongo ed, infine, del “Galeone d’Oro 2023″ alla giornalista Grazia Graziadei, attuale Vice Direttrice del TG! Rai

Su come si sia giunti alla scelta dei vincitori lo precisa il Presidente del Comitato Promotore Giancarlo Ceccarini, sottolineando: “Siamo stati presentate circa 30 opere per ognuna delle tre sezioni (Narrativa, Poesia e Saggistica), da cui ne sono state scelte inizialmente 10, poi ridotte a 5 dalle tre specifiche Giurie all’uopo designate, ed infine addivenire alla scelta dei tre vincitori, uno per ognuna delle tre citate Categorie, tra i quali mi piace rilevare la particolarità riferita al vincitore della Sezione Saggistica, in quanto il suo libro è dedicato alle vita ed alle opere di un grande Medico della nostra città, ovvero il Prof. Gabriele Monasterio, fondatore di una Scuola di Medicina della quale sono stati allievi future eccellenze in campo medico, descritte in modo scorrevole e con aggiunta di foto ed immagini tali da renderlo di facile lettura

Il tutto per confermare la nostra missione“, prosegue il Presidente del Comitato promotore, “che è principalmente quella di promuovere e divulgare la lettura da parte dei cittadini, mentre come Comitato Promotore, al pari di ogni edizione, consegnamo anche dei Premi Speciali, nella Sezione “Radici del Territorio”, uno dei quali è quest’anno riservato alla Fondazione Cerratelli – che rappresenta una sorta di omaggio al Maestro Franco Zeffirelli, in quanto vi sono conservati molti dei costumi delle sue più importanti opere teatrali e cinematografiche – ma mi permetto altresì di sottolineare il riconoscimento assegnato al Prof. Gianluca Toniolo, che ha scritto un romanzo molto piacevole“.

Non vi è peraltro da stupirsi“,conclude Ceccarini, “che sia stato assegnato un premio anche all’autore di un libro su Pietro Mascagni, noto compositore lirico livornese, poiché nella storia del medesimo vi sono precisi collegamenti con la nostra città, avendo Mascagni più volte diretto sia opere che concerti presso il Teatro Verdi, ed al quale è stato per diverso tempo intitolato anche un coro, dal che ne nasce ovviamente un legame molto stretto tra la nostra città ed il musicista, ragion per cui rivolgo un invito a più persone possibile a volersi recare sabato prossimo in Sala delle Baleari per far da cornice al Premio ed avere l’opportunità di conoscere direttamente i ricordati autori, oltre ad altri personaggi famosi quali la Vice Direttrice del TG1 Rai Grazia Graziadei, alla quale verrà consegnato il “Galeone d’Oro”, così come il Prof. Valdo Spini, per la sua figura di storico, al di là degli incarichi politici avuti in passato ed al pari del giovane baritono pisano Alessandro Luogo, che onora la nostra città nelle occasioni in cui si esibisce sui maggiori palcoscenici internazionali“.

Last modified: Novembre 17, 2023
Close