Scritto da 2:23 pm Pisa SC

Spal – Pisa 0-1. Un Pisa bello e concreto affonda la Spal con una zampata di Sibilli. I nerazzurri mantengono il quinto posto

PISA – Il Pisa espugna (1-0) il Paolo Mazza batte la Spal con una zampata di Giuseppe Sibilli e rimane solitario al quinto posto in classifica. Una vittoria netta, solare che avrebbe potuto essere ancor più netta se nella ripresa Gliozzi, Morutan e Masucci avessero raddoppiato. Una super difesa è un Livieri attento hanno fatto il resto quando la Spal nel finale ha tentato il colpaccio del pareggio che sarebbe suonato come una beffa. Quattordicesimo risultato utile consecutivo seconda vittoria in trasferta dopo quella di Perugia. Un trend che chiude un 2022 straordinario per i colori nerazzurri.

di Antonio Tognoli

PRE GARA. Nel giorno di Santo Stefano la serie BKT scende in campo con il Boxing Day. Il Pisa sul campo della Spal. D’Angelo sceglie Livieri tra i pali con Hermannsson e Barba centrali e Calabresi Beruatto (che rientra dalla squalifica esterni). A centrocampo De Vitis preferito a Nagy con Marin e Toure e Morutan alle spalle dì Gliozzi e Torregrossa. La Spal che non vince in casa da due mesi deve rinunciare ad Esposito e Dalle Mura. Davanti ad Alfonso ci sono Peda, l’ex Varnier e Meccariello nel 3-5-2 completato da Maistro e Rabbi. Quasi duemila tifosi nerazzurri al seguito di cui una buona parte rimasti fuori dai cancelli del Mazza ed entrati a partita già iniziata.

IL PRIMO TEMPO. Pisa in maglia nerazzurra, Spal in biancazzurro La gara è subito vivace. Contatto Torregrossa – Varnier lascia correre tra le proteste nerazzurre. Poco dopo sbaglia il disimpegno un giocatore della Spal che mette in movimento Morutan, poi l’arbitro però decide che la sfera era stata calciata in movimento. Dalla panchina protesta anche D’Angelo che viene ammonito. Gara molto spezzettata ed equilibrata. Il primo tiro è dei padroni di casa con Dickmann palla sul fondo. Poco dopo ancora Spal con lo scatto di Rabbi che prende in contropiede Barba e cerca di servire Valzania anticipato dall’uscita di Livieri. Torregrossa nel frattempo rimane a terra ed è costretto ad uscire dal campo in luogo di Sibilli. Poche le occasioni da gol. Ci prova ancora la Spal con Rabbi che di testa in tuffo cerca di deviare in porta un tiro cross di Dickmann. Intanto finisce sul taccuino di Pronterà anche Marius Marin. Partita avara dì emozioni e con tanti errori da una parte e dall’altra. Meccariello ci prova di testa, palla alta sopra la traversa. Il Pisa risponde con una conclusione di Sibilli ribattuta dalla difesa estense. Murgia è il primo ammonito della Spal. Bella azione di Sibilli che mette in mezzo per Gliozzi che tenta una deviazione volante che termina fuori. Gli estensi però vanno anche in gol al minuto 41 con Rabbi che di testa devia alle spalle di Livieri su cross di Dickmann, ma l’arbitro annulla dopo il check del Var. Si rimane sullo 0-0. Il Pisa è subito pericoloso con Sibilli fermato poco prima di entrare in area. Meccariello ed Hermannsson sono gli ultimi due ammoniti del primo tempo. Il Pisa ci prova con Calabresi che imbecca Gliozzi anticipato da Alfonso in uscita e con Morutan fermato in area al momento del tiro nei tre minuti di recupero concessi dal direttore di gara.

IL SECONDO TEMPO. Ad inizio ripresa nel Pisa fuori Beruatto per un risentimento dopo lo scontro di fine primo tempo e dentro il portoghese Esteves. Il Pisa parte bene con un cross da destra di Sibilli per Gliozzi anticipato da Varnier. I nerazzurri conquistano anche il primo angolo della ripresa ma non lo sfruttano nel migliore dei modi. Pericolosa anche la Spal con un destro a giro di Maistro deviato in angolo. Sul corner Barba e soci fanno buona guardia. Al minuto 54 il Pisa passa: gran contropiede Gliozzi Morutan che si scambiano la sfera, finta del rumeno palla a Marin che scarica per Sibilli che di sinistro batte Alfonso: 1-0 per il Pisa che fa esplodere il settore ospiti. Nel Pisa al minuto 60 fuori Toure e De Vitis dentro Nagy e Mastinu. Ma la Spal al minuto 62 rimane in dieci per l’espulsione (doppio giallo) dì Murgia. Estensi quindi in dieci uomini nell’ultima mezz’ora e sotto di un gol. Nel frattempo De Rossi inserisce La Mantia per Maistro. Sono però i nerazzurri a mancare due volte il raddoppio prima con Gliozzi con Alfonso che si allunga e respinge e poi con Morutan che imbeccato da Gliozzi solo davanti ad Alfonso mette incredibilmente a lato. Un vero peccato. Nella Spal entra anche Proia. Sibilli però ha un altra occasione ma il suo tiro è respinto dalla difesa estense. Il Pisa è in pieno controllo del match anche se il vantaggio rimane esiguo per i nerazzurri. Ultimo cambio per il Pisa: dentro Masucci fuori Gliozzi. Proprio Masucci poco dopo il suo ingresso va vicino al gol, deviando a due passi da Alfonso, un sinistro a giro di Marin da limite dell’area di rigore. Nel frattempo la gara si fa nervosa con il giallo a Barba, Trippaldelli e Morutan. Al minuto 87 il Pisa conquista una punizione dai sedici metri con Marin. Sul punto di battuta va Mastinu primo tiro ribattuto dalla barriera il secondo alto sopra la traversa. Non c’è un attimo di tregua. Dalla parte opposta la Spal conquista un corner dove Proia per poco non trova il pareggio per gli estensi. Livieri comunque si fa trovare pronto e blocca sulla linea. Sono cinque intanto i minuti di recupero concessi da Prontera. Anche La Mantia finisce nella lista degli ammoniti. Finisce con la vittoria del Pisa.

SPAL – PISA 0-1

SPAL: Alfonso; Peda, Varnier, Meccariello; Dickmann (79’ Tunjov), Valzania, Prati (71’ Proia), Murgia, Tripaldelli; Maistro (65’ La Mantia) Rabbi (78’ Rauti). A disp. Thiam, Fiordaliso, Zanellato, Finotto, Zuculini, Saiani, Arena, Almici. All. Daniele De Rossi. 

PISA: Livieri; Calabresi, Hermannsson, Barba, Beruatto (46’ Esteves); Tourè (60’ Mastinu), Marin, De Vitis (60’ Nagy), Morutan; Gliozzi (77’ Masucci) Torregrossa (22’ Sibilli). A disp. Nicholas, Canestrelli, Jureskin, Ionita, Masucci, Tramoni M., Rus, Tramoni L.. All. Luca D’Angelo

ARBITRO: Prontera di Bologna (Ass. Alassio Ranghetti). Quarto uomo: Mercenaro. VAR: Zufferli. AVAR: Sozza.

RETI: 54’ Sibilli (P)

NOTE: giornata nuvolosa, terreno in buone condizioni. Angoli 5-3. Ammoniti D’Angelo (P), Marin (P), Beruatto (P), Murgia (S), Meccariello (S), Hermannsson (P), Mastinu (P), Barba (P), Trippaldelli (S), Morutan (P), La Mantia (S). Espulso al 62’ Murgia (doppia ammonizione). Rec pt 3’, st 5′.

Last modified: Dicembre 26, 2022
Close