Scritto da 4:20 pm Pisa, Politica, Tutti

Il Comune di Pisa aderisce al progetto di alleanza con Università europee

PISA – Il Comune di Pisa aderisce all’iniziativa “Circle U”, nell’ambito delle “European Universities Alliances”, il progetto reti universitarie europee lanciata dalla Commissione europea nel 2018.

Il “Circle U” è una alleanza di Università Europee costituita da altri 7 partner prestigiosi: Aarhus Universitet (Danimarca), Humboldt-Universität zu Berlin (Germania), King’s College London (Regno Unito), UC Louvain (Belgio), Université Paris Cité (Francia), Universitetet i Oslo (Norvegia) e Univerbeziu Ogradu (Serbia).

Da circa un anno ne fa parta anche l’Università di Pisa, insieme all’Università di Vienna, con lo scopo finale di creare una “Università europea inclusiva, interdisciplinare e ad alta intensità di ricerca, dove studenti, accademici, personale e partner della società civile, quali imprese e settore pubblico, possano collaborare allo sviluppo congiunto di competenze e soluzioni per affrontare le sfide globali”. Il Comune di Pisa ha aderito in qualità di partner associato.

Nel solco della tradizione europea della cultura e formazione universitaria, nata nelle chiese e nei conventi del vecchio continente, dove affondano le nostre radici identitarie – spiega la vicesindaco Raffaella Bonsangue -, con questo atto di adesione al progetto delle “European universities alliances”, ho voluto assicurare il contributo dell’Amministrazione comunale a conservare nel presente e, soprattutto, nella proiezione futura, il prezioso patrimonio di cui siamo i fortunati detentori“.

L’obiettivo del progetto è la creazione, entro il 2024, di 60 università europee che coinvolgeranno più di 500 istituti di istruzione superiore universitaria. L’alleanza delle università europee è una iniziativa che trova origine dalla decisione dei Capi di Stato e di Governo in seno al Consiglio Europeo del 14 dicembre 2017, con cui è stata incoraggiata la nascita delle cosiddette “università europee”, alleanze costituite da reti di università, al fine di “migliorare e promuovere istruzione e ricerca di alta qualità ed eccellenza, grazie al rafforzamento della correlazione tra insegnamento, ricerca, innovazione e trasferimento delle conoscenze, dimostrando i vantaggi dell’apprendimento multilingue, il riconoscimento delle qualifiche e lo sviluppo di programmi e progetti congiunti di istruzione e ricerca. Con il sostegno dei partners, queste università europee dovrebbero aprire la strada verso le università del futuro, promuovere i valori e l’identità europei, rivoluzionare la qualità e la competitività dell’istruzione superiore e della ricerca europea”.

Condividi la notizia:
Last modified: Gennaio 2, 2023
Close
RSS