Scritto da 6:38 pm Pisa, Attualità

Sanzioni amministrative per violazioni al Cds: la Provincia di Pisa reinveste otto milioni di euro dalle somme introitate per la manutenzione e il miglioramento dell’asse viario del territorio provinciale

PISA – Tredici milioni di euro incassati dalla Provincia di Pisa attraverso le sanzioni pecunarie rilevate per le violazioni del Codice della Strada: da queste entrate, oltre 8 milioni saranno investiti nella manutenzione della fitta rete viaria di proprietà dell’ente provinciale.

“Si tratta di una somma complessiva la cui risultanza è data dalla somma delle sanzioni elevate in Fi-Pi-Li, di cui una parte sono trasferite alla Città Metropolitana per la manutenzione del suddetto asse viario, dalle sanzioni elevate lungo le nostre strade provinciali e dalle sanzioni genericamente elevate per aver commesso infrazioni al Codice della Strada”, spiega il Presidente Massimiliano Angori. “Queste entrate, di cui una parte viene impiegata anche per i costi amministrativi di gestione, saranno reinvestite per mettere a punto sia direttamente interventi di manutenzione ai tratti viari di nostra competenza sia per pianificare tali interventi attraverso l’elaborazione della progettazione della stessa manutenzione, anche attraverso l’affidamento di incarichi a professionisti esterni altamente specializzati”, aggiunge il Presidente Angori. “Un circuito virtuoso che la Provincia realizza completamente attraverso le sue proprie risorse, che come sappiamo sono piuttosto sottodimensionate rispetto alle competenze attribuite ai nostri enti, e che ci consente di adoperarci per un miglioramento costante della viabilità attraverso le entrate per le violazioni al CdS. Il tutto orientato ad una sempre maggiore sicurezza su strada sia con mezzi deterrenti volti a scoraggiare comportamenti imprudenti alla guida, sia attraverso la realizzazione di una rete viaria rinnovata e maggiormente fruibile e sicura”, conclude Angori.

Last modified: Aprile 20, 2023
Close