Scritto da 12:15 pm Pisa, Cultura, Tutti

Purim, la festa che ricorda come Ester salvò il popolo ebraico

PISA – Martedì 7 marzo la comunità ebraica pisana celebra Purim, festa le cui origini sono narrate nel Tanakh (Bibbia) con la storia della regina Ester e di come salvò il popolo ebraico dallo sterminio rivelando a Serse I le sue origini.

Il giorno prima non si mangia, per ricordare il digiuno propiziatorio del popolo ebraico precedente all’incontro di Ester con il re di Persia. Uno dei dolci tipici che si preparano per questa ricorrenza sono i ma’amoul, biscotti con un ripieno a base di frutti mediterranei come datteri, fichi, postacchi. Probabilmente nati nell’antico Egitto, si sono diffusi in tutto il Medio Oriente e si ritrovano in varie culture. Si preparano per Purim perché la pasta nasconde il delizioso ripieno così come Ester fu costretta a nascondere la propria origine.

Per scoprire storia, cultura e tradizioni della comunità pisana, tutte le domeniche CoopCulture organizza visite guidate alla Sinagoga di Pisa ed al cimitero ebraico di piazza dei Miracoli. Partenze alle 10.30, 11.30, 12.30 al cimitero ebraico, alle 15 e alle 16.30 alla Sinagoga di via Palestro, biglietto a  4 euro per la Sinagoga, 3 euro per il cimitero ebraico, 6 euro cumulativo, 1 euro diritto di prevendita. 

Per informazioni e prenotazioni: telefonare al 848082380 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, 0639967138 per chi chiama da estero o cellulare, oppure via mail su sinagoga.pisa@coopculture.it, oppure ai link https://bit.ly/CimiteroEbraicoPisa e https://bit.ly/SinagogaPisa. 

Last modified: Marzo 6, 2023
Close