Scritto da 10:23 am Pisa, Politica

Maurizio Nerini (FDI): “Noi liberiamo la cultura dal giogo politico”

PISA – “Dopo un consiglio comunale fiume come quello del 25 marzo scorso si devono tirare le somme: la proposta della maggioranza per la modifica dello statuto della nuova partecipata Patrimonio Pisa che gestirà gli immobili non strutturali come gli Arsenali e la Leopolda è stata approvata”, afferma Maurizio Nerini Capogruppo FDI in Consiglio Comunale.

“Infatti in questi anni, per scelte delle precedenti amministrazioni, di fatto gli immobili sono restati sotto utilizzati, poco fruibili a chi non si potesse permettere una fidejussione costosa e con un iter burocratico pesante che scoraggiava chiunque. Approvato anche, con i voti determinanti del CDX, un odg del PD che in pratica legittima la delibera stessa e sconfessa gli oltre 60 emendamenti bocciati con quali le minoranze hanno cercato di ostacolare in tutti i modi l’iter dell’atto. Anche il tentativo di delegittimare l’impianto della proposta si è infranto sulla certificazione data dal Collegio dei Revisori dei Conti che hanno accertato “l’indirizzo politico del Sindaco di assegnare alla società Patrimonio Pisa srl determinati indirizzi e obiettivi strategici che vadano nella direzione di un rafforzamento dell’azione della società stessa. Quindi l’intervento statutario era necessario per dare uno strumento di lavoro alla partecipata fissando i limiti di intervento senza definire in questa fase i dettagli, gli eventi, i contratti di lavoro del personale e soprattutto i salari, tutte cose buttate sul piatto in modo scorretto dalle minoranze mediante emendamenti ripetitivi. Con questo atto affermiamo la centralità della cultura dimostrandolo nei fatti, noi liberiamo la cultura dal giogo politico e lo facciamo il giorno del Capodanno Pisano… che questo sia di buon auspicio!, conclude Maurizio Nerini

Last modified: Marzo 27, 2024
Close