Scritto da 12:34 pm Pisa SC

Luca D’Angelo: “Pensiamo a vincere, poi i risultati degli altri li guardaremo dopo. In caso di play-off avremmo fatto una cosa straordinaria”

PISA – Mister Luca D’Angelo ha parlato presso la sala stampa dell’Arena Garibaldi davanti a microfoni e taccuini alla vigilia dell’ultimo turno di campionato in programma venerdì 19 maggio alle ore 20.30 che vedrà il Pisa affrontare la Spal.

di Giovanni Manenti

SULLE CONDIZIONI DEI SINGOLI. “Moreo dovrebbe essere recuperato anche se non ha più di mezz’ora nelle gambe, De Vitis potrebbe avere mezz’ora nelle gambe e per uno spezzone di partita è a disposizione, al contrario di Esteves e Tourè che non ci saranno neanche in panchina“.

SULLA PARTITA: “Domani dobbiamo ovviamente pensare a vincere e poi vedere cosa hanno fatto le altre, con i ragazzi consapevoli dell’importanza della gara, a conclusione di un campionato sempre avvincente senza sentenze definitive sino all’ultimo turno“.

SUL CAMPIONATO: “Secondo me un campionato va valutato nella sua interezza, ritengo che noi abbiamo fatto bene, soprattutto per aver evitato la retrocessione in tempi rapidi e solo il fatto degli ultimi risultati negativi sta dando alla stagione una valutazione diversa. Se domani riuscissimo ad andare ai playoff, avremmo fatto a mio avviso qualcosa di straordinario“.

SULLA SPAL: “Sicuramente la Spal sarà più rilassata, non avendo più nulla da chiedere, essendo già retrocessa, pur ritenendo che, come giusto, farà la sua partita ed in ogni caso preferisco essere nella nostra condizione, visto che in questi cinque anni della mia gestione abbiamo quasi sempre giocato a fine campionato incontri valevoli per un qualcosa di positivo e non mi sbilancio sulle percentuali di promozione, anche perché il calcio ha insegnato che nulla è scontato in partenza“.

LA CHIAVE TATTICA. “Sarà importante sbloccare subito la partita, è già avvenuto nelle ultime partite e poi siamo stati rimontati, ragion per cui è fondamentale cogliere i tre punti al 90′, riuscendo a gestire la logica tensione, che per me è comunque una caratteristica del gioco del calcio“.

SUL CAMPIONATO. “Non si può parlare di un torneo scadente quando ne fanno parte allenatori come Pecchia, Ranieri e Grosso ed ex campioni del Mondo quali De Rossi, Oddo e Cannavaro“.

SULL’ALLUVIONE IN ROMAGNA. “Per ciò che sta accadendo in Romagna per l’alluvione, mi porta a mandare un caldo abbraccio a quella popolazione, che ho avuto modo di apprezzare negli anni vissuti a Rimini, con la speranza che il Governo intervenga con gli aiuti necessari, pur consapevole della forza morale dei romagnoli e la loro capacità di reagire“.

Last modified: Maggio 18, 2023
Close