Scritto da 8:59 am Pisa, Attualità, Sport

La Pisa World Cup colora la città: sfilata con 120 squadre che ha attraversato la città e il suo centro storico

La presentazione partita da Largo Cocco Griffi ha attraversato Piazza dei Miracoli per poi arrivare in Piazza Cavalieri

PISA – Crediamo sinceramente di essere nel giusto se usiamo la locuzione “Quando la realtà supera ogni più rosea aspettativa” per definire come meglio non potremmo lo spettacolo che è andato in scena in Piazza dei Cavalieri nel pomeriggio di venerdì 29 marzo 2024 con la Cerimonia di apertura della 20esima edizione della “Pisa World Cup”, alla presenza dell’Assessore allo Sport Frida Scarpa e di Maurizio Faraci, Direttore di EVENTOUR, società organizzatrice dell’evento.

di Giovanni Manenti

Un corteo multicolore, preceduto dalle majorettes e dai musicisti de “La Montesina” – che festeggia ben 50 anni di attività, è infatti sfilato per le vie cittadine partendo da Largo Cocco Griffi per proseguire attraverso Piazza dei Miracoli, sfilando in mezzo alle centinaia di turisti apparsi molto coinvolti da un tale “spettacolo fuori programma“, e quindi concludere il proprio percorso raggiungendo Piazza dei Cavalieri dove, ad attenderlo, c’erano i due animatori Alberto Bucci e Silvia Trigiani, a loro agio nel condurre l’evento pur davanti ad una vera e propria “marea umana”.

Qui si sono pertanto riunite le ben 120 squadre provenienti da 8 Nazioni europee, in un’esplosione di colori, gioia ed allegria talmente coinvolgente da non poterne che restare affascinati, ed in cui i più “scatrenati” sono stati i più piccoli – ricordiamo che la Manifestazione è riservata ai bambini dagli 8 anni in su sino a raggiungere gli Allievi della Classe 2007-’08 – prima di procedere al protocollo della Cerimonia inaugurale.

Dopo la presentazione, difatti, delle singole squadre, è toccato all’Assessore Frida Scarpa rivolgere ai presenti il saluto istituzionale della città a nome anche del Sindaco Michele Conti, per poi passare alla lettura del Giuramento – sia in italiano da parte di una ragazza della formazione femminile della Lucchese che in inglese da un componente del South Gloucestershire – e quindi ascoltare gli inni nazionali, in rapida successione, di Albania, Romania, Svizzera, Inghilterra, Germania e Francia, prima dell’esecuzione dell’Inno di Mameli cantato a squarciagola dalla piazza intera.

Manifestazione che si è conclusa con un “regalo” offerto dagli organizzatori, vale a dire la presenza di un Dj della “Capannina di Franceschi” che ha messo la classica “Ciliegina sulla Torta” all’evento, intrattenendo i presenti con alcuni brani più ballabili del momento, degna conclusione di un pomeriggio indimenticabile per molti.

Tra questi, sicuramente l’Assessore allo Sport Frida Scarpa, che sprizzava gioia da tutti i pori, sottolineando: “Siamo felicissimi di aver portato a Pisa un altro evento così coinvolgente, musicale, sportivo, di festa nella nostra meravigliosa Piazza dei Cavalieri, il che mi pone nella condizione di ringraziare EVENTOUR e Maurizio Faraci per aver scelto ancora una volta la nostra città per una Manifestazione che quest’anno celebra un anniversario importante, trattandosi della 20esima edizione della stessa, il che consente di poter condividere la gioia di vedere tantissimi ragazzi e ragazze che parteciperanno a questa tre giorni di Calcio Giovanile a rappresentare un momento di Sport, di festa ed inclusione. Sotto quest’ultimo profilo“, conclude l’Assessore, “il fatto di vedere la presenza di ragazzi originari anche di altre latitudini non fa che confermare i valori che porta avanti lo Sport e che possiamo ritrovare all’interno di questo meraviglioso Settore, di questo ambito che coinvolge le nostre vite e grazie al quale possiamo educarci davvero alle diversità, all’inclusione, e non è pertanto casuale che quasi ogni weekend vi siano eventi che spingono sull’importanza di praticare Sport e della cultura del movimento, un obiettivo che sta sempre più a cuore della nostra città per esaltare il più possibile questo grande contenitore rappresentato dalla “Famiglia dello Sport” e cercare di propagandarne i valori affinché i giovani si avvicinino a questo tipo di cultura che consente di superare tante difficoltà ritrovabili anche in altri ambiti della vita”.

Last modified: Marzo 30, 2024
Close