Attualità Cascina

Cascina, completata la riqualificazione della rotatoria 'Torre Eiffel'

CASCINA - Tolto il velo alla rotatoria della ‘Torre Eiffel’, all’incrocio tra la Tosco Romagnola e via Nazario Sauro. Un’opera necessaria fortemente voluta dall’amministrazione comunale per mettere in sicurezza, e riqualificare allo stesso tempo, una delle principali porte d’accesso di Cascina.

03 November 2022

A scoprire la nuova scritta (‘Cascina’ e il logo del Comune, retroilluminati) alla base dell’opera donata da Mario Vanni, conosciuto da tutti come ‘Stagnabricchi’, c’erano il sindaco Michelangelo Betti, il vicesindaco Cristiano Masi, la moglie del compianto Vanni e tutto l’ufficio manutenzioni del Comune di Cascina. “Questo monumento rappresenta gli albori della storia dell’aviazione – ha sottolineato il sindaco Betti – perché Cascina ha dato i natali a Giuseppe Cei, uno dei primi aviatori in assoluto.

Fu il primo a volare a spirale intorno alla Torre Eiffel, tanto che in cima all’opera c’è un aeroplanino rosso a ricordare quell’impresa. Un secolo dopo, un altro cascinese noto e caratteristico, Mario Vanni, ha costruito questo monumento che saluta chi entra a Cascina da vent’anni. Era giusto riqualificare questa rotatoria”. Un intervento necessario per sostituire il pavé, che saltava di continuo per i volumi di traffico cui era sottoposto, con un asfalto architettonico più consono. Tolto anche il tappetino in erba sintetica della parte centrale della rotatoria e rialzata la Torre Eiffel con una pedana utile non solo a rendere più visibile l’opera ma anche per abbellire la rotatoria stessa: sulla lastra di ferro battuto è stata infatti ricavata la scritta Cascina e il logo del Comune, che saranno retroilluminati dando un effetto scenico di grande impatto. “Un bel biglietto da visita per la città, nel quale si incrociano due belle storie cascinesi che vengono ricordate anche a chi non le conosce”.

“Il traffico viario testimonia quanto sia importante questa rotatoria per Cascina – ha aggiunto Cristiano Masi, vicesindaco con delega ai lavori pubblici –. Da qui passano anche tantissimi mezzi pesanti. L’intervento è stato realizzato a regola d’arte e per questo ringrazio gli uffici tecnici che hanno lavorato al progetto e la ditta Giusti Leonetto. La messa in sicurezza era necessaria perché la corona esterna era fatta di sampietrini che saltavano, così come la riqualificazione dell’opera: basta vedere le foto di prima e dopo l’intervento per vedere la differenza... Consegniamo alla città un’opera riqualificata e molto più funzionale”.

A spiegare i dettagli dell’intervento è stato l’architetto Andrea Chiti, responsabile del servizio manutenzioni del Comune. “Siamo intervenuti principalmente per questioni di sicurezza della rotatoria – ha sottolineato Chiti –, sostituendo i sampietrini con asfalto architettonico. L’idea progettuale di base è stata quella di alzare e dare più valore alla Torre Eiffel, che ci ha permesso di arricchire il basamento con la scritta e il logo di Cascina che darà un effetto molto carino di notte essendo retroilluminata”.

Pin It