Cultura San Giuliano Terme

Agrifiera 2022, inaugurata la 112esima edizione al Parco della Pace

PONTASSERCHIO - È iniziata con la consueta sfilata l'edizione 2022 di Agrifiera. Aperto dalla Filarmonica Sangiulianese con partenza dal Teatro Rossini di Pontasserchio, il corteo è stato arricchito dagli Arcieri della Rocca di San Paolino in Ripafratta, dalla scuola di Antitesi Teatro Circo con i ragazzi sui trampoli e a seguire dalla popolazione accompagnata dall'associazione "Pontasserchio e dintorni" e dall'associazione culturale "Pont'a' Serchio", insieme a due carri floreali addobbati dalle aziende Freschi e Coli. Fino all'arrivo al Parco della Pace, dove ha avuto luogo il taglio del nastro alla presenza delle autorità.

22 April 2022

Presenti anche i delegati di Bad Tölz, città tedesca della Baviera gemellata con San Giuliano Terme, con la presidente Monika Oettl. Agrifiera è pronta a fare il proprio ritorno dopo tre anni. L'emergenza sanitaria da Covid-19 ha costretto gli organizzatori a cancellare le edizioni 2020 e 2021, ma il 2022 è finalmente l'anno buono per il ritorno della kermesse dedicata ad agricoltura, scienza, ambiente e territorio, che quest'anno "compie" 112 anni. Teatro dell'evento, come da tradizione, il Parco della Pace "Tiziano Terzani" di Pontasserchio. La manifestazione, che ogni anno ospita oltre 100mila visitatori e avrà luogo tutti i giorni dal 23 aprile al 1° maggio, è promossa dal Comune di San Giuliano Terme e da Geste, con l'organizzazione tecnica di AlterEgo Fiere.

GUARDA LE FOTO

Per dieci giorni, il Parco della Pace e la frazione di Pontasserchio si animeranno con attività e spazi dedicati all'agricoltura, ai fiori, all’artigianato, all'equitazione e alle produzioni enogastronomiche d'eccellenza del territorio. Confermata la presenza di Agrilocanda, il ristorante gestito dalla società Geste, che sarà a disposizione del pubblico tutti i giorni. E poi agricoltura, benessere, enogastronomia, equitazione, florovivaismo, giardinaggio, tempo libero, zootecnia: da sempre punti fermi di Agrifiera, anche nell'anno della ripartenza dopo lo stop forzato saranno una certezza per i visitatori. E ancora gli stand enogastronomici, quelli delle associazioni, l'immancabile torta co' bischeri - dolce della tradizione e protagonista del concorso finale come di consueto l'ultimo giorno della fiera - e ancora i laboratori e le degustazioni. Tutti i giorni saranno attivi vari laboratori per bambini e adulti, nell'area Agrihorse e nell'Agriranch, con punto di sosta, di ristoro e d'incontro di cavalieri, associazioni equestri, zoofile, cinofile. Immancabili l'Agridance e l'Agriarena, dove il ballo country, le esibizioni delle scuole del territorio e dei vari artisti intratterranno il pubblico. Tornano anche le presentazioni di libri, con particolare attenzione a quelli dedicati al territorio e all'ambiente. Raddoppiano, infine, le Giornate del territorio: domenica 24 e sabato 30 aprile i cittadini del Comune di San Giuliano Terme potranno entrare in Agrifiera gratuitamente. Basterà mostrare all'ingresso il documento attestante la residenza.

LE INFORMAZIONI UTILI. I giorni a ingresso gratuito per tutti saranno: 26, 27, 28 e 29 aprile. Per gli altri giorni è previsto un biglietto d'ingresso a 4 euro a persona. Entrano gratis i bambini fino a 10 anni, gli over 70 e le persone non autosufficienti con accompagnatore. È consentito l'ingresso ai cani se tenuti al guinzaglio. Come di consueto, nei giorni festivi sarà operativo un servizio bus navetta: 24, 25 aprile e 1° maggio, dalle 14.30 alle 20.00. Capolinea San Giuliano Terme e Parco della Pace, fermata intermedia Orzignano. La corsa di andata e ritorno costa 1 euro e 50 a persona, i bambini non pagano.

GLI INTERVENTI ISTITUZIONALI

Lucia Scatena (vicesindaca con delega all'organizzazione di Agrifiera): "Con l'avvicinarsi della primavera, la voglia di tornare a godere di spazi pubblici all'aperto è sempre più forte. Soprattutto se consideriamo le ultime due, difficili, annate che abbiamo vissuto. Due anni fa vivevamo la fase più drammatica del primo lockdown, lo scorso anno la situazione non era troppo diversa. Ma adesso siamo qui, ed è ciò che conta. Il ritorno di Agrifiera è un momento di festa che tutta la comunità attende ed è, di fatto, la prima grande occasione pubblica di ritrovo di questa portata che nel comune di San Giuliano Terme si svolge in presenza da oltre due anni. La situazione sanitaria impone ancora una certa prudenza, ma ritengo importante apprezzare la ritrovata libertà, ottenuta grazie agli sforzi di un'intera comunità, che si è dimostrata responsabile soprattutto nei confronti delle persone più fragili. Il mio auspicio è che Agrifiera 2022 possa sancire la rinascita del settore e di tutti i professionisti che a esso sono legati, anche indirettamente, quindi dal punto di vista commerciale e turistico, e ringrazio chi ha lavorato per l'edizione del grande ritorno, a partire dal Comitato di Gestione, Geste, la società in house del Comune, componente fondamentale dell'organizzazione, poi Alter Ego Fiere ovviamente e tutti gli espositori, i ristoratori, gli artisti. Riprendiamo il percorso interrotto nel 2020, quando era nostra intenzione dare nuova vitalità e slancio a una manifestazione così centrale e conosciuta anche al di fuori dell'àmbito comunale. Agrifiera rappresenta ormai da anni tutto il territorio comunale di San Giuliano Terme, è conosciuta in Toscana e anche oltre. Ma un ultimo pensiero lo vorrei dedicare alla comunità di Pontasserchio, la mia comunità. La comunità dove sono nata e cresciuta. La fiera è nata qui e so quanto sia importante per la gente, è stata parte della nostra vita fin da bambini, coi nostri nonni e i nostri genitori, lo è ancora oggi e lo sarà sempre. Questa è la mia prima Agrifiera da vicesindaca con delega all'organizzazione dell'evento e non nascondo l'emozione che provo a essere finalmente qui, davanti a tutti voi. Non lo dimenticherò mai. Buona Agrifiera a tutti!".

Sergio Di Maio (sindaco di San Giuliano Terme): "Il ritorno di Agrifiera è una grande emozione. Tre anni trascorsi, in mezzo a tutto quello che purtroppo ben sappiamo, hanno pesato molto, ma sono convinto che questa edizione farà tornare subito il grande piacere di ritrovarci come comunità nel Parco della Pace "Tiziano Terzani" di Pontasserchio. Un ritorno che ci rende molto felici, finalmente. Ringrazio tutte le persone che si sono impegnate per garantire la riuscita di Agrifiera 2022, la società Geste, grazie a cui torna anche il ristorante Agrilocanda, e Alter Ego Fiere, oltre a tutti gli espositori, i professionisti, i ristoratori e le autorità presenti. Ringrazio Bad Tölz per essere finalmente tornati, il comitato di organizzazione della fiera, gli uffici comunali, la Filarmonica Sangiulianese, chi ha sfilato oggi all'inaugurazione di Agrifiera. I due anni trascorsi hanno lasciato ferite molto profonde nella nostra comunità. Un pensiero a chi non c'è più è inevitabile. Ma San Giuliano Terme, a partire dalla fase più acuta dell'emergenza sanitaria - soprattutto nella fase più acuta dell'emergenza sanitaria -, ha riscoperto le proprie energie migliori, fatte da un sistema di volontariato organizzato di livello assoluto e che ha alleviato il più possibile l'impatto che la pandemia ha avuto sulle fasce più fragili della popolazione. Ha offerto un antidoto anche contro la solitudine, altro aspetto sottovalutato. È grazie ai volontari (in particolare Pubblica Assistenza di Pisa, Croce Rossa di Pontasserchio, Sava di Asciano), presenti anch'essi qui in fiera, che siamo rimasti in piedi. Il nostro comune è uscito dall'emergenza sanitaria consapevole della propria capacità di restare unito nelle difficoltà. Lo ha dimostrato grazie anche a tutte le associazioni, alla Consulta del volontariato, all'Osservatorio sulle povertà e della solidarietà. Grazie ai singoli cittadini che si sono spontaneamente messi a disposizione degli altri. Questa è la prima, grande, occasione pubblica di incontro dall'inizio della pandemia e ribadisco ufficialmente la volontà di organizzare una grande festa dedicata al volontariato quando sarà tutto definitivamente alle spalle. L'edizione del grande ritorno, che siamo oggi a inaugurare, si preannuncia indimenticabile, soprattutto perché la comunità ha un grande bisogno di sentirsi unita, ha voglia di normalità: è bellissimo essere qui oggi. Agrifiera è quel luogo dove la lentezza incontra la qualità, dove il commercio va a braccetto col turismo lento ed emozionale. Agrifiera, insomma, rappresenta al meglio l'identità del nostro territorio. Buona Agrifiera a tutti!".

Riccardo Baglini, amministratore unico di Geste: "La 112esima edizione di Agrifiera si preannuncia come una tra le più significative di sempre. Due anni di chiusura forzata a causa della pandemia si sono fatti sentire sotto ogni punto di vista e il ritorno di Agrifiera, almeno sul nostro territorio, può dare lo slancio per la necessaria ripresa dei tanti settori economici coinvolti. Geste ha fatto e farà la propria parte: oltre a condividere con il Comune di San Giuliano Terme e con Alter Ego l'organizzazione della fiera, sarà presente nel Parco della Pace 'Tiziano Terzani' di Pontasserchio con l'Agrilocanda, il ristorante gestito dai nostri dipendenti, concepito per valorizzare i prodotti locali e di qualità a prezzi contenuti. Affrontiamo da quasi quindici anni questo evento con la stessa passione e con lo stesso senso di responsabilità che, giorno dopo giorno, ispirano il nostro lavoro per rendere migliore la vita dei cittadini del Comune di San Giuliano Terme, sia che si tratti di preparare il pasto agli studenti sia che si tratti di mantenere decoro e sicurezza nel territorio. Non resta quindi che augurare una buona Agrifiera 2022 a tutti, nella speranza di ritrovarci finalmente insieme in un contesto di piena e felice 'normalità'".

Pin It