Cultura Vecchiano

Il libro "La danza del lupo" al Circolo Vasca Azzurra a Nodica

NODICA (VECCHIANO) - Mercoledì 24 novembre ore 18:00 presso la Vasca Azzurra a Nodica (Vecchiano) Daniela Vanni, Biancamaria Coli, Sara Ferraioli converseranno con l'autrice del libro "La danza del lupo" Laura Paggini.

23 November 2021

Le donne sono fiori d'acciaio, o steel magnolia come si diceva negli Stati Uniti del Sud, com'erano le donne nell'omonimo film cult del 1989, ispirato alla storia vera sceneggiata da Robert Hurling in ricordo della sorella. La protagonista, interpretata da Julia Roberts, dice: "Le cose si stanno facendo strazianti, ci voleva una risata!" La scelta di questo riferimento per un incontro partendo dal libro della scrittrice Laura Paggini, perchè la donna è capace di resilienza, è una fenice e così lo sono le mie donne che sanno affrancarsi dalla loro schiavitù, senza però mai dimenticare il dolore. Dall'inizio dell'anno sono stati divelti 108 fiori, sono state uccise 108 figlie, 108 nipoti, molte sorelle, alcune madri, alcune zie, molte amiche, colleghe. Sono stati fatti due volte orfani troppi figli. Sono state annientate emozioni, amori, progetti, desideri, rimpianti, ricordi, anche risate, certo. E tutto questo riguarda da vicino ognuno di noi, uomini e donne, vecchi e giovani. Parliamone, perchè è vero, le parole hanno un peso, sono presa di coscienza, intenzioni, impegni, azioni. Scambiarci le nostre opinioni le rende più limpide e più forti nella condivisione.

Il Libro. L’autrice disegna immagini della città alla quale sente di appartenere con passione; quella ardita dei giorni di libeccio, il mare in tempesta ed i tramonti dai colori così intensi da togliere il respiro. Una natura dura, graffiante che accompagna una storia altrettanto coinvolgente ed attuale nei contenuti. Senza false ipocrisie, Paggini costringe il lettore a guardare dritto negli occhi la realtà, anche quando ci sentiamo proprio come scogli offesi dalla furia delle onde e del vento. Protagonista un uomo violento, senza scrupoli, e protagoniste anche le sue vittime, costrette ad inventarsi nuovi cammini per rinascere. Partendo dal presupposto che ogni nostra azione influisce sulla vita e sulle scelte altrui e che il nostro tempo non può prescindere dal proprio vissuto, l’autrice prende per mano il lettore, talvolta stringendolo forte per non permettergli di fuggire, e lo accompagna nel sentire struggente dei personaggi fino all’epilogo, inaspettato ma, a conti fatti, confortante.

L’autrice. Laura Paggini è nata e vive a Livorno dove lavora come impiegata. Negli anni ’80 ha fatto la conduttrice radiofonica. Nel 2010 ha pubblicato il suo primo romanzo Una gita lunga un giorno, e nel 2014 Pesante come una piuma, con cui ha realizzato un progetto educativo nelle scuole.

Pin It