Cultura Calci

Il Museo di Storia Naturale ricorda Paolo Savi a 150 anni dalla morte

CALCI - In occasione dei 150 anni dalla morte di Paolo Savi, la figura più importante della storia del Museo di Storia Naturale dell’Università di Pisa, il Museo vuole rendergli omaggio con un evento dedicato alla sua persona organizzato in due appuntamenti: Venerdì 15 ottobre, ore 17 “Paolo Savi e l’età dell’oro del Museo di Storia Naturale dell’Università di Pisa” conferenza in streaming di Simone Farina ed Elena Bonaccorsi.

11 October 2021

Conferenza aperta a tutti in streaming sui canali facebook e Youtube del Museo. Link alla diretta Youtube: https://www.youtube.com/watch?v=HHzySo0TILU

Sabato 16 ottobre “Dialoghi nel tempo: incontro con Paolo Savi” Visita teatralizzata alla Galleria storica con il curatore della sala e… Paolo Savi, in un dialogo alla scoperta delle collezioni storiche del Museo.

La visita ha la durata di 40 minuti circa e si svolgerà su tre turni alle ore 15.30, 16.30, 17.30.

Informazioni e iscrizioni all’evento: Costo: 10 euro a persona.

Prenotazione obbligatoria entro giovedì 14 ottobre al numero 050 2212970-80.

CHI E' PAOLO SAVI. Paolo Savi (Pisa, 1798 – Pisa, 1871) è stato uno dei più importanti scienziati italiani dell’Ottocento e la figura più importante della storia del Museo di Storia Naturale dell’Università di Pisa. Nel 1821 fu nominato aiuto-professore di Storia Naturale con l’incarico di formare le collezioni zoologiche del Museo, di cui divenne direttore nel 1823, a soli 25 anni. Fu direttore generale del Museo di Storia Naturale fino al 1840 e mantenne in seguito la direzione del Museo di Zoologia e Anatomia Comparata fino alla sua morte. Savi è stato uno zoologo, geologo e museologo di fama internazionale e ci ha lasciato in eredità una collezione storica tra le più importanti d’Italia, grazie anche al suo eccellente lavoro di tassidermista e preparatore. E’ stato inoltre membro delle principali Società Scientifiche nazionali e internazionali oltre ad essere stato nominato senatore del Regno d’Italia nel 1862.

Pin It