Pisa SC

La presentazione della quattordicesima giornata della serie BKT

PISA – La contestuale presenza delle fasi finali dei campionati mondiali di calcio in Qatar – con conseguente sospensione del Campionato di Serie A – fa sì che anche il Torneo Cadetto veda rimodulato il proprio programma sulla scorta delle esigenze televisive, tant’è che la 14esima giornata che va in scena nel weekend tra sabato e domenica presenta due anticipi fissati sabato 26 novembre e tutto il resto la domenica.

di Giovanni Manenti

24 November 2022

Ad “aprire le danze” alle ore 15 di sabato è un succulento derby emiliano fra un Parma portatosi a ridosso delle prime e che intende confermare la vena casalinga che lo ha visto ottenere altrettanti successi nelle ultime quattro gare disputate al “Tardini” ed un Modena che, al contrario, non conosce vittoria dal rotondo 5-1 a spese del Como del 15 ottobre scorso, per poi toccare alla Ternana di Mister Lucarelli saggiare la condizione del Pisa di Mister D’Angelo recandosi alle ore 18:00 all’Arena Garibaldi per quello che il tecnico umbro considera il suo “derby personale”, ancorché la sua formazione sembri aver perso un po’ dello smalto di inizio stagione dopo la sconfitta interna contro il Genoa a cui hanno fatto seguito tre 0-0 consecutivi, mentre i nerazzurri ritrovano un Torregrossa galvanizzato dalle due reti messe a segno nelle sue due prime uscite con la Nazionale venezuelana e sono ben decisi a dare continuità alla serie positiva che dura da 8 giornate e che li vede imbattuti dal ritorno dell’allenatore abruzzese in panchina.

Il ricco programma domenicale si apre con l’interessante “lunch match” delle ore 12:30 che vede sfidarsi al “Granillo” la Reggina solitaria all’inseguimento della Capolista Frosinone ed un Benevento che 15 giorni fa ha colto a Ferrara la prima vittoria sotto la guida del Tecnico Fabio Cannavaro ed è pertanto chiamato a confermarsi per cercare di uscire definitivamente dalla zona Playout, con la speranza di replicare l’esito della scorsa stagione, allorché i giallorossi campani si imposero con un perentorio 3-0, mentre il “piatto forte” delle gare alle ore 15 è rappresentato dalla gara interna della Capolista Frosinone – che fra le mura amiche ha collezionato solo vittorie nelle 6 gare disputate e senza aver ancora subito una sola rete – che ospita un Cagliari che, al contrario, vanta una sola affermazione in trasferta risalente al 10 settembre scorso, allorché i sardi si imposero 2-0 a Benevento. Chi è viceversa atteso ad una inversione di rotta è il Genoa (appena due punti negli ultimi tre turni), impegnato sul campo dell’ultima della graduatoria Perugia in un “testa-coda” di vitale importanza per entrambe le formazioni – ancorché per motivi diametralmente opposti – con la squadra di Castori che ha sinora colto una sola vittoria (1-0 all’Ascoli il 10 settembre scorso) al “Renato Curi”, per una sfida che in terra umbra manca da inizio ottobre 2004 allorché si concluse sul 2-2, così come è chiamato a dare un segnale di risveglio il Bari a secco di vittorie da quattro turni che lo hanno fatto scivolare in sesta posizione e che rende visita ad un Como che proprio fra le mura amiche sta cercando di costruire la sua salvezza, avendovi conquistato ben 11 dei 13 punti in classifica.

Interessante anche il match in programma al “Druso” di Bolzano fra un SudTirol che oramai non può certamente più considerarsi una sorpresa dall’alto della sua striscia di imbattibilità giunta a ben 10 gare consecutive (corrispondenti con l’arrivo del tecnico Bisoli alla guida degli altoatesini) e l’Ascoli per un attuale obiettivo che è quello di mantenersi ai margini della Zona Playoff, stesso traguardo a cui aspira il Brescia, che al “Rigamonti” ospita la SPAL reduce dalla prima battuta d’arresto con l’ex Campione del Mondo Daniele De Rossi in panchina e penalizzata dalla doppia squalifica inflitta dal Giudice Sportivo a Peda e La Mantia, mentre le “Rondinelle” lombarde sperano, dal canto loro, di tornare ad assaporare la gioia dei 3 punti che manca oramai da ben 6 turni, ovvero dall’1-0 sul Benevento datato 16 settembre scorso. A concludere il programma della giornata due sfide riguardanti la Zona salvezza, vale a dire Cittadella-Cosenza divisa da un solo punto in Classifica e con i veneti padroni di casa che al “Tombolato” non colgono la vittoria dal 10 settembre scorso (1-0 al Frosinone) ed, unica prevista alle ore 18:00, quella fra il Palermo desideroso di riscattare la rocambolesca sconfitta per 2-3 di 15 giorni orsono a Cosenza ed un Venezia sempre più alla deriva e che ha raccolto un solo punto negli ultimi 6 turni, non essendo servito ad invertire la rotta neppure l’avvicendamento in panchina fra l’allenatore Javorcic ed il nuovo tecnico Paolo Vanoli, reduce da un’esperienza in Russia alla guida dello Spartak Mosca.

Pin It