Pisa SC

In oltre 200 a Crotone: il tifo pisano vince ancora

PISA - Un'altra grande trasferta del tifo pisano anche a Crotone. Magari non nei numeri come a Parma, ovviamente, ma essendo Crotone di gran lunga più lontano da Pisa della città ducale, assolutamente degna di nota.

di Maurizio Ficeli

16 October 2021

Il sostegno dei tifosi nerazzurri non conosce ostacoli ed in circa 200, vista anche la distanza fra Pisa e la città calabrese ed il giorno semifestivo, erano presenti anche allo "Scida" di Crotone.

L'inizio della trasferta per tanti supporters nerazzurri è stato già da venerdì con i vari gruppi che hanno affollato lo scalo aeroportuale cittadino in attesa di salire sugli aerei che portavano verso la Calabria. Fra questi si potevano notare il sempre presente "Club Autonomo" di Marco e Sabrina Pavolettoni ed il "Centro Coordinamento" guidato da Liana Bandini.

Ma molti tifosi si sono mossi a livello singolo, partendo, non solo con l'aereo, ma anche con macchine, pulmini e minivan. Un gruppo è arrivato addirittura da Karlsruhe in Germania, tifoseria gemellata con i tifosi nerazzurri. Si può dire una "autentica transumanza". Allo stadio il solito bel colpo d'occhio che solo i tifosi pisani sanno dare. Striscioni e bandiere al vento. La Curva dei tifosi di casa presenta anche se un po' vuota. Comunque tifo corretto e rispettoso da ambo le parti. Presenti, oltre ai singoli club, i tifosi dei gruppi della Curva Nord, fino ad ora sempre presenti in trasferta, ma dalla prossima partita anche in casa, visto l'allargamento della capienza.

Purtroppo la partita per il Pisa non inizia bene, con la squadra che va sotto di due gol, ma il tifo pisano non cessa di incitare i propri beniamini ed allo scadere Toure' con un colpo di testa accorcia le distanze dando fiato alle speranze nerazzurre e si sentono i cori dei nostri tifosi che addirittura cantano di continuo "Bisogna vincere!" ed "un gol, un gol, e la nord che te lo chiede, forza Pisa facci un gol".

Il Pisa si spinge in avanti alla conquista del pareggio e nella assedia ancora di. più la porta crotonese collezionando una serie numerosa di corner, oltre ad azioni e punizioni e i decibel del tifo nerazzurro aumentano di intensità, intravedendo la possibilità di un pareggio che sarebbe meritatissimo.

I tifosi nerazzurri ci credono ed incitano ancora di più i propri beniamini ed il Pisa va in attacco con Di Quinzio, subentrato ed al suo esordio in questo campionato, che serve Cohen in area il quale però non riesce ad intercettare la palla di testa.

Purtroppo arriva la prima sconfitta, immeritata, non bisogna però assolutamente farne un dramma, perché la squadra ha dimostrato ancora una volta di esserci e quindi bisogna ripartire subito di slancio. Siamo ancora primi, non dobbiamo dimenticarlo. Al fischio finale la squadra nerazzurra ,con in testa Caracciolo, Nicolas, Marsura, De Vitis, Masucci, Di Quinzio e compagni va sotto la curva dei tifosi pisani a ricevere gli applausi ed a ringraziare ancora una volta i propri supporters giunti nella città calabrese.

Il Pisa ha perso immeritatamente, è stato un incidente di percorso, ma i suoi tifosi hanno vinto anche stavolta. Ed ora sotto con il Pordenone per mettere subito alle spalle questa sconfitta e riprendere il cammino in testa alla classifica.

 

FORZA PISA LOTTA DA ULTRAS.

Pin It

News dalla Regione Toscana