Pisa SC

Cittadella ancora una volta amara per il Pisa.

CITTADELLA - Inizia il campionato ed il tifo pisano si mobilità, come sempre. In quasi 700 sono partiti per la prima trasferta del campionato in quel di Cittadella.

Maurizio Ficeli 

13 August 2022

Malgrado la batosta interna di Coppa Italia con il Brescia, la voglia di sostenere la squadra non è venuta meno, inoltre i nuovi acquisti hanno acceso entusiasmo e fiducia. Già dal primo pomeriggio il serpentone del tifo nerazzurro si è messo in moto per raggiungere la cittadina veneta con auto e pullman dei Club organizzati. Un po' di disagio per questi ultimi fatti uscire al casello di Vicenza per "ragioni di scorta". 

Bel colpo d'occhio quello della curva pisana con i classici striscioni dei gruppi della Nord ed i bandieroni, oltre a quelli dei club di Ponsacco, San Romano ed altri. In tribuna il presidente Giuseppe Corrado con l'azionista di maggioranza Aleksander Knaster. 

Le squadre fanno il loro ingresso in campo e gli ultras urlano in coro "siamo qui per te devi vincere" seguito da "Pisa facci un gol fallo per la Nord". La rumba del tifo nerazzurro va avanti sovrastando il tifo di casa, il tutto nella piena correttezza. La partita ristagna sul risultato di parità,ma l'incitamento va avanti ancora più poderoso "sempre insieme a te, Pisa Sporting Club!".

La compagine di Maran regge bene il campo e ciò non è cosa da poco, visto alcune assenze. Ed al 27' Tano Masucci manda in visibilio i tifosi nerazzurri grazie ad una palla di testa di De Vitis che l'attaccante irpino raccoglie e mette alle spalle di Kastrati. I tifosi continuano a cantare "Canto perché tu sei l'amore più grande che c'e". Ma al 38 'il Cittadella acciuffa il pareggio con Baldini ed i giochi si riaprono. "Non ti arrendere mai, lotta e vinci per noi, siamo sempre con te, Forza Pisa ole'"

Inizia la ripresa ed il Pisa subisce un rigore contro confermato dall'arbitro dopo la consultazione della var. Baldini calcia dal dischetto e Nicolas fa il miracolo. Ma l'arbitro sulla respinta del portiere nerazzurro consulta di nuovo la var ed assegna di nuovo un rigore al Cittadella per un contatto fra Marin e Cassandro e stavolta Baldini segna il 2 a 1.Il calciatore di origine massese deve avere qualche conto in sospeso con noi pisani. Malgrado l'incitamento dei tifosi, il Pisa accusa il contraccolpo e subisce il terzo gol con Antonucci .E purtroppo non è finita, il Pisa deve subire la "vendetta" dell'ex, Raul Asencio, sempre su rigore per un mano di Juereskin.,che porta a 4 i gol per i veneti. Sibilli al 90 accorcia le distanze segnando il 2 a 4.6 minuti di recupero e Canestrelli segna il 3 a 4. Poi il fischio finale.

Peccato, una partita che aveva preso una buona piega per i nerazzurri in vantaggio con Tano Masucci che poi si è trasformata in una debacle. Capitano defezioni ed assenze ma siamo solo all'inizio, abbiamo tempo e mezzi per uscire da questa situazione. I tifosi ci credono ed anche al Tombolato lo hanno dimostrato con il loro generoso sostegno e saranno sempre al vostro fianco. "FORZA PISA LOTTA DA ULTRAS"

Pin It