Cultura Cascina

Moda, Artigianato e Cultura: una settimana densa di appuntamenti a Cascina

CASCINA - Una settimana piena di Moda, Artigianato e Cultura, dove Cascina ospiterà dal 4 al 12 dicembre- una trilogia di eventi sotto il titolo "MAS - Cultura, Artigianato e Moda" acronimo delle sigle delle tre associazioni interessate, iniziativa presentata lunedì 29 novembre presso la sede della Banca di Pescia e Cascina Credito Cooperativo, partner della manifestazione.

30 November 2021

GUARDA LE FOTO DELLA PRESENTAZIONE

A fare gli onori di casa erano presenti Franco Papini presidente della Banca di Pescia e Cascina e Antonio Doveri vicedirettore Banca di Pescia e Cascina, filiale di Cascina. Gli eventi sono stati promossi dalle associazioni Mani Attive di Cascina, dalla Anastacia Fashion Academy e dalla Società Operaia di Cascina con il patrocinio del Comune di Cascina.

Si parte sabato 4 dicembre alle ore 21 presso la Città del Teatro di Cascina, con una sfilata di alta moda dal suggestivo titolo Le Stelle di Anastacia brillano sopra Cascina con molti ospiti. La serata sarà presentata da Leonardo Ghelarducci e Flora Contrafatto con la presenza tra gli altri della cantante pisana Serena Rigacci e del violinista Alan Frailes oltreché della cantante cascinese Barbara Acconci. La serata sarà anche un modo per ricordare Gianna Gambaccini assessore al sociale scomparsa lo scorso 22 ottobre.

MOSTRE. La settimana dell'artigianato proseguirà con due mostre ospitate entrambe presso la Sala Congressi della Banca di Pescia e Cascina, con la prima ad avere luogo da domenica 5 a mercoledì 8 dicembre alle ore 16, dal titolo "Il Passato prende vita dal Presente", con gli storici disegni e dipinti cascinesi del Museo della Società Operaia ad esaltarsi grazie alle riproduzione di arte tessile e pittorica di Mani Attive. A concludere da giovedì 9 e fino a domenica 12 dicembre sempre alle ore 16, la Mostra di Mani Attive avente come tema conduttore "Pittura ed artigianato tessile nelle svariate tecniche", entrambe con ingresso gratuito.

ANASTACIA FASHION. La sfilata di moda di sabato 4 dicembre prevede un biglietto di ingresso da 10 euro per gli adulti e 5 euro per i bambini, con il relativo ricavato che sarà interamente devoluto in beneficenza alla associazione "Casa della Giovane" che si occupa delle donne vittime di violenza, alla quale verranno devoluti anche i ricavi derivanti dalla collocazione del "Calendario della Rinascita" 2022, ideato dalle modelle Rebecca Goetzke e Sarajò Mariotti, così che questo ulteriore evento si inserisce nel medesimo percorso, come conferma la stessa Sarajò Mariotti: "Si tratta di una sfilata di moda che andrà in scena grazie alla collaborazione con l'amico Antonio Giachetti e sua moglie Lucia Cappelli del "Centro Formazione Moda" di Cascina, i cui allievi hanno cucito gli abiti da sera che verranno indossati per l'occasione dalle modelle della "Anastacia Fashion Academy" ed alla presenza di famosi ed importanti stilisti italiani e stranieri. "Mi preme sottolineare conclude Sarajò Mariotti che il ricavato della serata sarà interamente devoluto a favore dell'Associazione Casa della Giovane, al pari di quanto otterremo dalle vendite del "Calendario della Rinascita" 2022, così da avere riunito queste due iniziative in un unico fine benefico, il che mi pone in condizione di ringraziare tutti coloro che hanno contribuito per il buon esito dell'evento ed in particolare la Banca di Pescia e Cascina, Istituto che ha accolto nel migliore dei modi la nostra proposta in quanto, oltre a mettere a disposizione il Salone dove si svolgeranno le Mostre, ha regalato ai propri Soci due biglietti per assistere gratuitamente alla sfilata, accollandosi il relativo costo".

MANI ATTIVE. La vera anima dell'evento nel suo complesso è però Angela Vannucci, Presidente dell'Associazione "Mani Attive", la quale evidenzia: "L'idea di promuovere le due mostre è nata allorché sono stata invitata da Meri Gronchi, Presidente della Società Operaia di Cascina, a visitare il loro Museo, il che mi ha permesso di scoprire dei disegni fantastici eseguiti dai maestri della Scuola d'Arte degli ultimi decenni del XIX/primi del XX Secolo, unitamente ad opere di vecchi disegnatori dell'intarsio per i mobili cascinesi per il cui valore erano ricercati in tutta Italia ed all'estero, così che l'obiettivo che mi sono prefissa è quello di far rivivere quella che è stata la Storia dell'Artigianato della nostra città che, sotto il profilo artistico e culturale, negli ultimi anni è andata un po' in decadenza".

LA SOCIETÀ OPERAIA. Non ha potuto prendere parte alla presentazione dell'iniziativa Meri Gronchi presidente della Società Operaia di Cascina che ha voluto però commentare con un messaggio a tutti gli organizzatori e ai partecipanti: “Con lo spirito di fratellanza che contraddistingue la Società Operaia sono comunque vicina a voi tutti. A Luglio è nato questo progetto di non facile organizzazione ma la volontà di queste tre associazioni capitanate da Presidenti donne poteva solo che avere un buon fine per la cultura e la collettività. Per il Museo della Società Operaia è stato un vero privilegio far uscire dalle proprie stanze opere di disegni artistici che partono dal 1800 e quadri premiati di Antonella Gamba, pittrice amata anche all’estero. Questi preziosi esempi di manualità e ingegno artistico prendono cosi’ vita, dopo piu’ di 1 secolo, grazie a maestri di artigianato tessile. L’anima della nostra Associazione è accogliere ogni forma di artigianato artistico infatti ogni disciplina, tecnica e epoca può fondersi regalando emozioni che non cesseranno mai di esistere compresa la creatività della moda. I manufatti, dopo l’esposizione, saranno donati e visibili al Museo della Società Operaia, legno e mestieri".

L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE. Non poteva mancare alla presentazione dell'evento l'Assessore alla Cultura del Comune di Cascina Bice Del Giudice, che ha così commentato l'iniziativa: "Abbiamo accolto la proposta di questi eventi con grande favore e con il medesimo atteggiamento di apertura che riserviamo a chiunque abbia delle idee valide, considerando le stesse avendo riferimento alla capacità di fare rete, veicolare energie e risorse culturali, passando anche attraverso la valorizzazione del passato e delle tradizioni che rappresentano sicuramente un punto importantissimo di ripartenza. Un motivo ulteriore di merito del progetto, conclude l'Assessore, deriva dalla finalità benefica dell'evento inaugurale costituito dalla sfilata di moda, il che ha fatto sì che lo stesso sia stato ritenuto, di comune accordo con l'Assessore all'Associazionismo Giulia Guainai, un bel modello da lanciare proprio da Cascina, mentre coloro che vorranno visitare le due mostre potranno ammirare quel patrimonio incredibile di Storia e di memoria che è custodito dalla Società Operaia", conclude l'assessore.

Pin It