Cultura Pisa

"Alla scoperta di Pisa", presentato in Sala Baleari il nuovo libro di Chiara Cini

PISA - Da una collaborazione interamente a "tinte rosa" fra la Pacini Editore, la giornalista Chiara Cini, l'illustratrice Silvia Lacorte e Sandra Munno, Assessore alle Politiche Socio educative e scolastiche del Comune di Pisa, nasce la pubblicazione "Alla Scoperta di Pisa", presentata presso la Sala delle Baleari di Palazzo Gambacorti e che rappresenta nient'altro che una guida illustrata nei quattro quartieri che costituiscono la nostra città, ma con un taglio a misura di bambino, tanto che tale testo sarà divulgato presso le Classi III e IV del comprensorio scolastico, formando un veicolo quanto mai utile affinché gli scolari possano conoscere le bellezze e le curiosità di Pisa.

di Giovanni Manenti

15 October 2021

Come sia nata questa idea lo riferisce Patrizia Pacini, Amministratore Delegato della Pacini Editore SpA, allorché evidenzia come: "il fatto che la nostra sia una Casa Editrice con alle spalle oltre 100 anni di attività, e da sempre interessata a promuovere ciò che di bello Pisa rappresenta, ci ha fatto pensare, nel periodo del Lockdown, su quanto fosse opportuno conoscere e riscoprire i nostri territori e quindi, partendo proprio dai ragazzi, altrettanto giusto ripercorrere i nostri quartieri storici con qualche curiosità in più che l'autrice Chiara Cini è riuscita a scovare e quindi l'augurio che posso fare, oltre che di una buona lettura a tutti, è di poter tornare a camminare e girare liberamente nella nostra città. Per quanto concerne la scelta di Silvia Lacorte quale illustratrice", conclude Patrizia Pacini, "la stessa nasce dalla circostanza che innanzitutto si tratta comunque di un libro per bambini e, pertanto, chi meglio di una ragazza giovane (Silvia Lacorte è nata nel 2004, ndr) può interpretarne la sensibilità, senza peraltro trascurare il fatto che ella frequenta il nostro Liceo Artistico Russoli di Pisa, ragion per cui ci è sembrato quanto mai giusto assegnare a lei questo compito rispetto ad una disegnatrice professionista, nella certezza che potesse parlare in modo più adeguato a degli alunni che, seppur più piccoli, sono comunque più vicini alla sua età".

Un compito, quello di scrivere i testi della pubblicazione, che la giornalista di 50 Canale Chiara Cini ha svolto con grande passione: "Si tratta di un'opera che ha qualcosa di diverso rispetto alle tante pubblicazioni aventi per oggetto la nostra città, principalmente perché viene proposta ai bambini, tant'è che grazie alla collaborazione dello Sponsor Pharmanutra, la stessa sarà regalata alle Classi III e IV delle Scuole Primarie pisane e che non fa altro che descrivere quelle che sono le peculiarità dei quattro Quartieri cittadini - Sant'Antonio, San Marco, San Martino e Santa Maria - evidenziando quelli che sono i rispettivi caratteri fondamentali, impreziositi da delle bellissime illustrazioni di Silvia Lacorte, il che mi rende particolarmente contenta per il fatto di poter andare nelle Scuole per raccontare la genesi di questo lavoro frutto di un'accurata ricerca poi tradotta nei vari aneddoti riportati nel testo".

Pubblicazione che ha ottenuto il Patrocinio del Comune di Pisa, come spiega l'Assessore alle Politiche Socio Educative e Scolastiche Sandra Munno: "Sono stata coinvolta sin dall'inizio  in questa iniziativa che mi consente di essere ancor più orgogliosa per l'avvenuta realizzazione di un progetto che si cala nella realtà cittadina cercando di riscoprirla attraverso un linguaggio ed una narrazione a misura degli occhi nonché della curiosità di un bambino per il tramite del volo di un'aquila che fa da guida, così che ciò che più mi ha entusiasmato nella mia collaborazione è stata non solo l'idea, ma anche la prospettiva che pone i bambini al centro, con la speranza che il miglior risultato che si possa ottenere sia costituito dall'esecuzione di gite scolastiche all'interno del territorio per visitare in loco quanto descritto nel libro e che magari siano proprio gli alunni stessi a fare da guide turistiche all'interno della città, così da renderli il più possibile partecipi alla vita di Pisa". 

Pin It