Cultura Pisa

A Pisa da venerdì 24 e domenica 26 giugno “Storie in movimento”

PISA - Da venerdì 24 sino a domenica 26 giugno prossimi, Pisa ospita in Largo Ciro Menotti il primo appuntamento con Storie in movimento, un evento unico nel suo genere in Italia, e che si prefigge di sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema delle differenze e promuovere l'empatia fra le persone, patrocinato dal Comune di Pisa, finanziato dall'Impresa Sociale con i Bambini e promosso dall'AIPD (Associazione Italiana Persone Down) di Pisa assieme a Cooperativa Sociale Il Simbolo e Cooperativa Sociale Alzaia, la cui struttura è stata illustrata questa mattina agli Organi di Informazione presso la Sala delle Baleari di Palazzo Gambacorti alla presenza di Veronica Poli, Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Pisa, Claudia Magaudda dell'AIPD Pisa, Antonio Minghi per la Cooperativa Alzaia ed Elena Del Seppia per la Cooperativa Il Simbolo.

di Giovanni Manenti

21 June 2022

 “Invitiamo tutti i cittadini – ha dichiarato l’assessore Veronica Poli - a partecipare a questre tre bellisime giornate che ci permetteranno di indossare i panni, o meglio le scarpe e le cuffie che verrano messe a disposizione in Largo Ciro Menotti, per immedesimarsi nelle storie di vita narrate dai protagonisti. Sarà un’esperienza emozionante per tutti coloro che parteciperanno: camminare nelle strade della nostra città ascoltando queste storie che ci permetteranno di conoscere da vicino le emozioni di persone che hanno avuto il coraggio di condividere momenti della loro vita. Vi aspetto a partire da venerdì 24 giugno alle 14 quando sarò presente all’inizio dell’evento per accogliere questa bellissima iniziativa che l’Amministrazione Comuanale è lieta di patrocinare e di ospitare.”

A definire lo svolgimento della manifestazione ha provveduto la responsabile del progetto, Claudia Magaudda, che ha sottolineato: "Si tratta di un'iniziativa nel corso della quale sarà possibile mettersi "nei panni degli altri" e, più precisamente, nelle scarpe degli altri, visto che in Largo Ciro Menotti saranno a disposizione 24 storie, ognuna delle quali abbinata ad un paio di scarpe donate dai diretti interessati che le hanno narrate, e coloro che vorranno ascoltarle dovranno pertanto calzare le scarpe stesse, mettersi delle cuffie per l'ascolto e camminare per la città, così da rappresentare un momento di condivisione ed empatia pura, poiché in quei minuti ci si potrà immergere ed emozionarsi ritrovandosi nella persona che ha avuto il coraggio di narrare un qualcosa del proprio vissuto".

"Vi è oltretutto, prosegue Claudia Magaudda, una varietà di situazioni, che rappresentano diversi contesti che spaziano da problematiche di carattere ambientale ad altri che sfociano nel sociale, nonché per fasce di età, in quanto a giovani che hanno voluto raccontare la loro storia si affiancano vicende di persone adulte con esperienze diametralmente opposte ma che hanno egualmente descritto frammenti del loro vissuto, racconti che in alcune circostanze fanno emergere dei trascorsi complessi e sicuramente non semplici che possono far ritenere esservi stati anche aspetti di violenze e/o abusi, ancorché non riportati in termini espliciti".

"Mi preme infine ricordare conclude la Magaudda, come all'evento sia abbinato, per chi vorrà parteciparvi, un contest che intende coinvolgere coloro che ascolteranno le varie storie, i quali potranno esternare le sensazioni provate nell'ascolto ed il cui vincitore avrà come premio una borsa con il logo "Storie in movimento", oltre ad avere la possibilità di raccontare, nell'edizione del prossimo anno, le proprie emozioni nell'essersi sentito nei panni altrui".

Pin It